Dalla Lettonia a Bergamo  alla scoperta della cucina italiana

Dalla Lettonia a Bergamo
alla scoperta della cucina italiana

Dopo due mesi di stage in ristoranti e alberghi della Lombardia, sono tornati in Lettonia, più precisamente nella città di Riga, quindici allievi dell’Istituto «Riga Technical School of Tourism and Creative Industry». La loro esperienza di stage in Italia, grazie al progetto Erasmus, è avvenuta con l’assistenza logistica della agenzia «Europe 3000» di Bergamo, specializzata in scambi formativi tra studenti di istituti alberghieri.

Gli studenti hanno effettuato cinque settimane di tirocinio, come camerieri e aiuto cuochi, in strutture alberghiere di 3, 4 e 5 stelle e nei ristoranti di Bergamo, Clusone, Limone sul Garda, Livigno e Como, sotto la supervisione di Alessandra Organista e Mara Bonati della Europe 3000.

Una esperienza ritenuta ottima da scuola e aziende, così che agli studenti è stato offerto di riproporsi per un periodo più ampio, da 3 a 6 mesi, al fine di apprendere al meglio il servizio e la manipolazione dei prodotti agroalimentari del territorio lombardo. La tutor della scuola di provenienza, Inga Zukule, è stata pienamente soddisfatta dei risultati ottenuti dagli studenti e si premurerà con la direzione scolastica di attivare altri progetti con le stesse finalità di apprendimento.

Prima di tornare in Lettonia, gli studenti e i loro accompagnatori sono stati accompagnati in visita a Bergamo Alta e all’Accademia Carrara. Sono stati ricevuti nella sala consigliare di via Tasso dal presidente della Provincia, Matteo Rossi, che ha donato loro un libro sulla terra bergamasca con incluse alcune ricette tipiche.

Hanno inoltre visitato i laboratori del Centro professionale Zanardelli di Clusane d’Iseo, seguendo la preparazione e il servizio di un buffet appositamente allestito per gli ospiti lettoni. In altra giornata hanno avuto la possibilità di fare visita alla Cantina Sociale di San Paolo D’Argon: il direttore commerciale Giovanni Curti ha illustrato le varie fasi di lavorazione dalla vigna al vino in bottiglia. Ha inoltre guidato l’assaggio di tre vini: spumante brut metodo classico «Sottosopra», Valcalepio moscato passito «Perseo», Valcalepio rosso «Orologio». Il successivo incontro è stato in un’altra importante cantina bergamasca, la Tordela di Torre de’ Roveri: il padrone di casa Marco Bernardi ha illustrato la tenuta e i vini prodotti. Nel periodo delle escursioni, gli studenti Erasmus, con gli accompagnatori, sono stati ospitati nel nuovo San Sisto Hostel di Colognola, gestito dalla parrocchia, struttura che gli ospiti lettoni hanno trovato eccellente, esprimendo i loro complimenti.

Europe 3000, agenzia per la promozione di progetti europei ed extraeuropei, con sede in Bergamo, sta attivando progetti Erasmus per 70 studenti italiani da mandare nei Paesi dell’Est Europa sempre del settore turistico-alberghiero, con le qualifiche di cuoco, cameriere e receptionist, allo scopo di migliorarsi e confrontarsi con la lingua inglese. Inoltre, dal prossimo ottobre, ha in atto un progetto per dare ospitalità a 50 studenti di Moldavia, Serbia e Ucraina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA