Ecco la nuova Guida Michelin Vittorio conferma le Tre Stelle
Il ristorante da Vittorio a Brusaporto

Ecco la nuova Guida Michelin
Vittorio conferma le Tre Stelle

Nuova guida Michelin 2016: otto ristoranti stellati bergamaschi. Ecco l’elenco.

Top dei bergamaschi Vittorio di Brusaporto con ben tre Stelle. Con una Frosio di Almè, Antica Osteria dei Camelì di Ambivere, Il Saraceno di Cavernago, A’anteprima di Chiuduno, LoRo di Trescore Balneario, San Martino di Treviglio e Osteria della Brughiera di Villa d’Alme.I ristoranti stellati della nostra provincia non sono più 9, sono scesi a 8. Nell’elenco infatti non figura più «Al Vigneto» di Grumello del Monte

Complessivamente nella guida, presentata a Milano il 9 dicembre, ci sono 24 new entry tra gli stellati, due novità tra i ristoranti «che meritano una deviazione» e otto conferme nell’Olimpo delle tre stelle. Con 334 ristoranti l’Italia si conferma come la seconda selezione più ricca al mondo: 288 con una stella, 38 con due stelle, 8 con tre stelle. Nell’edizione 2016 della guida, scaricabile tramite l’applicazione (iTunes e Android) a partire da oggi alle 13 e in vendita da domani, spiccano i giovani talenti, con dieci chef che hanno un’età inferiore ai 35 anni.

I fratelli Cerea

I fratelli Cerea

Napoli conquista il podio di provincia italiana più stellata con 20 ristoranti. La Campania, con tre new entry per un totale di 37 ristoranti stellati, si posiziona sul secondo gradino del podio tra le regioni, seconda solo alla Lombardia che conferma il suo primato con 58 ristoranti. Al terzo posto fra le regioni il Piemonte e il Veneto a pari merito, con 36 ristoranti stellati. Fanno il loro ingresso tra i ristoranti a due stelle (sono 38 in totale) «Casa Perbellini» a Verona (dello chef Giancarlo Perbellini) e Gourmetstube Einhorn a Mules, in provincia di Bolzano, con lo chef Peter Girtler.


© RIPRODUZIONE RISERVATA