Tour fra i sapori bergamaschi Via allo Slow Cooking 2015

Tour fra i sapori bergamaschi
Via allo Slow Cooking 2015

Prende il via il primo marzo, per concludersi il 3 novembre, lo Slow Cooking Tour 2015. Un tour enogastronomico in tredici tavole organizzato dai ristoranti della Lombardia aderenti all’associazione Slow Cooking.

A Bergamo e provincia sono ristoranti Slow Cooking l’osteria al Gigianca di Bergamo, il ristorante Collina di Almenno San Bartolomeo e la trattoria Visconti di Ambivere. Valorizzazione della la cucina e della cultura del territorio con piatti della tradizione o rivisitati dagli chef, rispetto della stagionalità, accurata selezione nella scelta dei prodotti, valorizzazione della filiera corta, ma anche ricerca, creatività e soprattutto passione per il buon cibo e il buon bere sono gli ingredienti primari delle proposte dello SlowCooking Tour. Ad ogni tappa ogni locale si racconterà con i propri saperi e sapori.

Non ci sono date prestabilite, ognuno può recarsi nei tredici ristoranti aderenti liberamente, per il pranzo o per la cena, nell’arco degli otto mesi del tour. Oltre alla provincia di Bergamo le altre provincie lombarde coinvolte sono: Brescia, Sondrio, Como, Lecco e la provincia MonzaBrianza, ognuna con le proprie peculiarità culinarie e le bellezze del territorio. Ecco come funziona lo SlowCooking Tour: i partecipanti riceveranno dal primo ristorante visitato una scheda che attesta la partecipazione al tour e, tramite l’apposizione del timbro, la conferma delle tappa effettuata.

Ad ogni sosta gastronomica il commensale, al termine del pasto, riceverà un omaggio gastronomico del territorio e la possibilità di partecipare alla grande cena finale in programma il 4 novembre presso il ristorante San Gerolamo di Vercurago. La cena finale, preparata dai cuochi dei locali aderenti all’iniziativa, sarà gratuita per chi avrà visitato tutti i tredici ristoranti aderenti al tour, o scontata in proporzione variabile in base al numero di quelli visitati. Tra le numerose e varie proposte culinarie lo SlowCooking Tour darà, per esempio, la possibilità di gustare i Casoncelli fatti in casa, i Nusecc, la Pecora Gigante Bergamasca ed i Formaggi delle Valli Orobiche per la provincia di Bergamo, il Missoltino del Lario essiccato al Sole, il Brasato d’Asino, il Risotto al Pesce Persico, la Luganega Monzese e gli Asparagi di Mezzago per la Brianza ed il Lago di Como, i Pizzoccheri della Val Chiavenna, la Brisaola artigianale, il Bitto Storico per la provincia di Sondrio, il Manzo all’Olio e il risotto con cicorie per la provincia di Brescia. Informazioni su www.slowcooking.org.

I tredici ristoranti aderenti allo SlowCooking Tour 2015 sono: osteria al Gigianca di Bergamo, ristorante Collina di Almenno San Bartolomeo, trattoria Visconti di Ambivere, osteria Sali e Tabacchi di Mandello del Lario (Lc), agriturismo La Costa di Perego (Lc), ristorante San Gerolamo di Vercurago (Lc), osteria del Crotto di Morbegno (So), ristorante Cantinone a Madesimo (So), osteria al Dosso di Aprica (So), trattoria Uomo Selvatico di Chiavenna (So), ristorante Crotto del Sergente di Como, trattoria La Madia di Brione (Bs) e il ristorante la Piana da Gilberto di Carate Brianza (Mb).


© RIPRODUZIONE RISERVATA