Giovedì 27 Gennaio 2011

Rivoluzione Jetta
È tutta diversa

Il progetto, svelato ad inizio estate 2010, e di cui avevamo riferito in questa rubrica a suo tempo, prende corpo e realtà: arriva sul mercato europeo ed italiano la nuova Jetta di casa Volkswagen, forte di un'eredità fatta di oltre 9,6 milioni di esemplari venduti nei cinque continenti durante la sua vita.

La Jetta è stata completamente rinnovata sia in termini di progettazione e stile, sia nelle dimensioni. Dunque parlare di un semplice restyling appare azzardato. Con l'attuale lunghezza di 4,64 m (più 9 cm), va a collocarsi idealmente tra la Golf (4,20 m) e la Passat (4,77 m) e dal punto di vista del design non ricalca più esattamente le linee della Golf (bestseller della classe compatta) potendo adesso vantare una propria identità anche stilistica.

La Jetta 2011 si rivolge a tutti coloro che cercano una berlina dal design ricercato, in grado di offrire comfort, sicurezza e qualità di livello superiore pur mantenendosi in una fascia di prezzo che non supera i 25.000 euro. Finora le vetture appartenenti a questo segmento per dimensioni e qualità avevano prezzi decisamente più elevati.

La Jetta si propone ora come alternativa più accessibile, con brillanti motorizzazioni Tdi (diesel) e Tsi (benzina), efficienti cambi a doppia frizione (dsg) e interni decisamente generosi non solo in termini di spazio. La casa tedesca non ha dubbi: con i suoi nuovi pacchetti di equipaggiamento e le nuove tecnologie, la Jetta ha il potenziale per avere in Europa lo stesso straordinario successo ottenuto negli Usa, Paese in cui è la berlina di maggior successo fra tutte quelle delle case automobilistiche Ue.

Grazie al passo più lungo (2,65 metri), è stato possibile progettare il vano posteriore della cinque posti Volkswagen in modo da renderlo decisamente più spazioso (6,7 cm in più di spazio libero per le gambe) mentre passi avanti caratterizzano anche i propulsori. Come è il caso del diesel 1.6 Tdi da 105 cv, un turbo diesel common rail che nella versione BlueMotion Technology consente di abbattere i consumi - nel ciclo combinato - ad appena 4,2 litri per 100 km (a fronte di emissioni di Co2 contenute in 109 g/km).

In alternativa è disponibile la motorizzazione 1.2 Tsi, sempre da 105 cavalli e BlueMotion Technology, un'unità turbo benzina a iniezione diretta. In questo caso, il consumo è di soli 5,3 l/100 km (con emissioni di Co2 di 123 g/km), a fronte di un potenziale che permette alla Jetta di raggiungere i 190 km orari di velocità massima.

Le altre motorizzazioni, tutte sovralimentati a iniezione diretta come quelle già disponibili, arriveranno nel corso dell'anno. Al lancio italiano le motorizzazioni subito disponibili (la fase di prevendita è già stata avviata) sono il 1.2 Tsi BlueMotion Technology da 105 cavalli ed i due diesel 1.6 Tdi, sempre da 105 cavalli con la tecnologia BlueMotion Technology, ma anche con cambio Dsg a sette rapporti. I listini vanno dai 20.850 euro del benzina ai 25.800 del 1.6 diesel (25.800 con il cambio dsg).

È previsto unicamente l'allestimento «Comfortline» comprendente di serie - oltre a tutti i più aggiornati sistemi di sicurezza e stabilità - anche i fari fendinebbia con luce in curva statica, il regolatore di velocità e il sistema start-stop con sistema di recupero dell'energia in frenata.

Daniele Vaninetti

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags