Domenica 20 Febbraio 2011

Porsche 911 Gts
Sorprende sempre

Mentre si profila all'orizzonte una generazione completamente nuova, che vedrà la luce entro fine anno, la Porsche 911 (classe 997) non smette di sorprendere e, con la Carrera GTS, raggiunge un equilibrio perfetto tra sportività e prestazioni.

Presentata in anteprima al Salone di Parigi, la GTS è finalmente arrivata nelle concessionarie: nel corso di una serata ricca di suggestioni, giovedì 17 febbraio il Centro Porsche Bergamo ha alzato il sipario sull'ultimo gioiello di Zuffenhausen.

Walter Röhrl, due volte campione mondiale di Rally, descrive con precisione il carattere della nuova GTS: «Larga come una Turbo ed affilata come una GT: la 911 Carrera GTS possiede tutto il Dna da competizione Porsche e l'autentica cultura della 911».

La più sportiva della famiglia 911 Carrera si riconosce a prima vista per le scritte Carrera GTS sui fianchi e in coda, per le appendici aerodinamiche in nero opaco e per i quattro terminali di scarico con parti interne lucidate e rivestite con materiali nanotecnologici.

La carrozzeria posteriore, allargata di 44 millimetri rispetto alla Carrera S, accentua ulteriormente il dinamismo della nuova GTS. Molto belli i cerchi RS Spyder neri da 19" con serraggio centrale, bordo esterno lucido e pneumatici 305/30 al retrotreno.

Le novità proseguono all'interno, dove si notano immediatamente i pregiati rivestimenti in Alcantara sulle leve del cambio e del freno a mano, sulla corona dello sterzo e sulla fascia centrale dei sedili anteriori. È nuovo anche il volante SportDesign a tre razze, con paddles in lega leggera per il cambio PDK, mentre sulla console centrale spicca lo schermo a colori touchscreen da 6,5 pollici del sistema PCM. I sedili posteriori non sono previsti, ma possono essere richiesti senza sovrapprezzo.

L'intramontabile motore boxer, collocato a sbalzo sull'assale posteriore, è stato potenziato con il PowerKit: grazie a un nuovo collettore di aspirazione e un impianto di scarico sportivo, il sei cilindri 3.8 litri a iniezione diretta di benzina sprigiona 408 cavalli, 23 in più rispetto alla Carrera 2 e soltanto 27 in meno della GT3.

La coppia massima è sempre di 420 Nm, ma viene erogata a un regime inferiore (4.200 giri/min). La potenza viene scaricata a terra sulle ruote posteriori attraverso un cambio manuale a sei marce, oppure attraverso la trasmissione doppia frizione PDK a sette rapporti offerta in opzione. Con il cambio manuale la 911 GTS Coupé accelera da 0 a 100 km/h in 4"6 e raggiunge una punta di 306 km/h, mentre il consumo nel ciclo combinato si attesta sui 10,6 l/100 km (250 g/km di CO2).

Rapidissimi i passaggi di marcia con il PDK, che assicura emozioni e prestazioni decisamente superiori: lo zero-cento si brucia in soli 4"4, che scendono a 4"2 con il pacchetto opzionale SportChrono Plus, a fronte di un consumo medio di 10,2 l/100 km (240 g/km). Completano il quadro tecnico le sospensioni attive (PASM) e il sistema di stabilizzazione di guida (PSM), entrambi di serie sulle 911 GTS.

Tra gli accessori più interessanti, i clienti più sportivi potranno scegliere i dischi freno in materiale carbo-ceramico (PCCB). All'interno della gamma 911, che conta in listino oltre venti diverse proposte, la nuova GTS si colloca idealmente tra la Carrera 4S e la 911 GT3. I prezzi rispecchiano l'esclusività dell'ultimo gioiello tedesco e il suo ricco equipaggiamento di serie: la Coupé costa 108.272 euro, la Cabriolet 118.472 euro.

Diego Signorelli

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags