I Suv di Seat Sportività e confort

I Suv di Seat
Sportività e confort

Arona, Ateca e Tarraco trascinano le vendite in Italia di Seat, con crescita in doppia cifra nei primi quattro mesi dell’anno. Confortevoli e sportive conquistano soprattutto la clientela più giovane.

Il marchio spagnolo del Gruppo Volkswagen, dopo aver archiviato un 2018 con un fatturato record che ha sfiorato i 10 milioni di euro, prosegue la sua corsa nei primi mesi del 2019, in particolare in Italia, dove da gennaio ad aprile ha venduto oltre 9.571 vetture con un incremento del 13,9% rispetto all’anno precedente. La parte del leone l’hanno fatta i suv, con una quota pari al 54,6% del totale delle immatricolazioni Seat, a conferma della bontà della strategia di puntare sugli urban vehicles, che il brand ha avviato nel 2016 col varo dell’Ateca. La famiglia dei suv è poi cresciuta con l’arrivo nel 2017 della compatta Arona e si è completata a fine dello scorso anno con il lancio della Tarraco. Le tre vetture sono prodotte in fabbriche diverse - Arona a Martorell in Spagna, Ateca a Kvasiny nella Repubblica Ceca, Tarraco a Wolfsburg in Germania - ma sono nate tutte nel centro Stile Seat di Barcellona e, pertanto, condividono molti tratti stilistici. «Accomunati da eleganza, sportività e cura per il dettaglio, ciascun modello ha poi tratti distintivi che lo caratterizzano - spiega Pierantonio Vianello, direttore di Seat Italia -. Arona spicca per le 68 combinazioni di colore possibili e personalizzabili, Ateca per le sue linee eleganti e decise, mentre Tarraco trasmette tutto il suo carattere grazie a un design del frontale che anticipa di fatto i tratti stilistici delle Seat del futuro».

La gamma dei propulsori disponibili per i tre suv è in grado di soddisfare varie necessità e di garantire efficienza e affidabilità. Si va dai 1.0 TSI ai 2.0 TSI o TDI con potenze da 90 a 190 CV, abbinati a seconda dei modelli al cambio manuale o automatico DSG e alla trazione integrale 4Drive. I sistemi di assistenza alla guida e gli equipaggiamenti tecnologici sono numerosi e al top dei rispettivi segmenti. Seat è il marchio più giovane del Gruppo Volkswagen e piace ai giovani (è il brand con l’età media degli acquirenti più bassa). Logico, quindi, che disponga dei più avanzati sistemi di infotainment. La tecnologia Full Link collega lo smartphone all’auto tramite Apple Car Play, Android Auto e Mirror Link e, primo marchio in Europa, integra applicazioni quali Spotify e Shazam, Waze e l’assistente vocale digitale Amazon Alexa. Il Connectivity box consente di ricaricare per induzione il proprio smartphone. Comfort e funzionalità sono inoltre garantiti da dotazioni all’avanguardia, tra cui il Virtual Cockpit, il touchscreen da 8” personalizzabile, l’apertura e l’accensione senza chiave Kessy e le telecamere che facilitano le manovre e i parcheggi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA