Sabato 23 Novembre 2013

Seat Leon, in arrivo

la station wagon

La Seat Leon station wagon

Mancano poche settimane all’arrivo in Italia della Seat Leon ST, la versione station wagon della compatta spagnola. Si completa così la famiglia di questa vettura, ora disponibile in tre versioni diverse di carrozzeria: coupé, 5 porte e station wagon.

La Leon ST rientra nel sotto-segmento delle station wagon medie, che in Italia - con circa 29.400 unità - rappresenta il 9% del totale del segmento delle compatte (totale circa 327.000 auto l’anno). Nel segmento C, un cliente su due appartiene al mondo delle flotte e sceglie le motorizzazioni Diesel.

L’inizio della prevendita della ST - prezzi da 18.870 euro per la versione 1.2 TSI da 86 cv - inizia in questi giorni mentre il lancio e la commercializzazione scatteranno a inizio 2014, con i weekend porte aperte del 18-19 e 25-26 gennaio. Nel corso del 2014 sarà lanciata la versione «Business» e verso la fine dell’anno arriveranno il 1.4 TGI da 110 cv (metano) e il risparmi oso 1.6 TDI 110 cv Ecomotive.

La Leon ST (Sport Tourer) è la dimostrazione che sportività e praticità quotidiana non necessariamente devono escludersi a vicenda. La terza nata della famiglia Leon unisce il design dinamico e le caratteristiche sportive delle sue sorelle a un’elevata utilità. Il suo spazioso bagagliaio offre versatilità, un’ottima funzionalità e, come il resto della gamma Leon, eccellenti fini ture e materiali di qualità superiore. Con un volume di carico pari a 587 litri, che può arrivare a 1.470 abbattendo gli schienali dei sedili posteriori, persino gli oggetti di uso quotidiano più ingombranti possono trovare comodamente posto all’interno del bagagliaio della ST.

Tra le numerose innovazioni introdotte c’è il climatizzatore di nuova concezione. Con un efficientissimo sistema di circolazione dell’aria fredda e una notevole silenziosità, esso rappresenta un punto di riferimento in termini di efficienza e comfort per l’intero segmento. In fase di progettazione si è voluto ottenere una perfetta distribuzione dell’aria, oltre a una funzione di sbrinamento rapido e uniforme del parabrezza.

Inoltre sulla Leon ST è disponibile - a richiesta - il tetto panoramico scorrevole, che permettere di godere di una piacevole visuale del cielo, in particolare per i passeggeri sui sedili posteriori. L’ampia superficie nera costituisce un ulteriore elemento di design, in combinazione con le finiture chiare degli interni. La parte anteriore del tetto apribile panoramico scorre all’indietro sulla parte fissa e l’apertura e la chiusura possono essere telecomandate.

Tutti i nuovi motori TDI e TSI, con cilindrate che vanno da 1,2 a 2,0 litri, sono a iniezione diretta con turbocompressore. Tecnologie e prestazioni sono state ottimizzate per garantire tempi di riscaldamento più rapidi e minor attrito interno. «I nostri propulsori utilizzano tecnologie efficienti e all’avanguardia. Hanno consumi significativamente ridotti», ha dichiarato Matthias Rabe, vicepresidente esecutivo della Ricerca e sviluppo di Seat S.A., che ha aggiunto: «Perseguiamo con determinazione la nostra strategia che prevede di offrire sempre prestazioni e piacere di guida e, allo stesso tempo, garantire un’ottima conservazione delle risorse».

Daniele Vaninetti

© riproduzione riservata