Expedia e il virtuale (sempre più) reale «Visita la camera prima di prenotarla»

Expedia e il virtuale (sempre più) reale
«Visita la camera prima di prenotarla»

Il celebre motore di ricerca sta sviluppando insieme ad alberghi e compagnie di navigazione ambienti virtuali per vedere la stanza dell’hotel, o la casa vacanza, prima di sceglierla e prenotarla

«Con la realtà aumentata di Expedia si visita la camera d’albergo prima di prenotarla. Expedia sta sviluppando insieme ad alberghi e compagnie di navigazione ambienti virtuali per vedere la stanza dell’hotel, o la casa vacanza, prima di sceglierla e prenotarla». In un articolo pubblicato sul sito specializzato in viaggi e turismo Webitmag si legge che «tra qualche mese attraverso un visore in grado di interagire con l’ambiente circostante, gli utenti dell’agenzia di viaggi online potranno compiere questa vera e propria visita virtuale. Servono solo un telefono e una cuffia VR: il viaggiatore potrà decidere dove guardare, e sarà quindi il vero regista del proprio video del soggiorno». Expedia rileva in una nota come «la realtà virtuale dà ai viaggiatori l’impressione di essere in un altro mondo e degli occhiali speciali rendono l’effetto ancora più realistico».

«Il portale statunitense ha investito un miliardo di dollari nell’implementazione della realtà aumentata, sperando così di migliorare l’esperienza degli utenti, e al contempo sbaragliare la concorrenza. L’obiettivo è di arrivare a gestire 100 miliardi di dollari in ordinazioni entro il 2020. L’idea però non è solo quella di rassicurare sulla qualità delle prenotazioni, ma di permettere al cliente di scegliere con maggior consapevolezza. Tanto che Expedia sta anche sperimentando una guida vocale simile a quella di Amazon’s Echo, una sorta di assistente basato su un chatbot, che renderà più esaustiva e immediata la comunicazione tra clienti e albergatori» spiega Webitmag.


© RIPRODUZIONE RISERVATA