La vocazione femminile alla cura Si presenta oggi il libro «Medichesse»

La vocazione femminile alla cura
Si presenta oggi il libro «Medichesse»

Mercoledì 4 novembre, alle ore 17.30, al Centro Congressi Giovanni XXIII - Viale Papa Giovanni XXIII, 10, interessante evento culturale realizzato in collaborazione con «EDN for Culture», Associazione culturale «Orbiter» e Lions Club «Colleoni» Bergamo.

C’è la presentazione del saggio «Medichesse. La vocazione femminile alla cura» di Erika Maderna, pubblicato dal Centro Studi di Aboca Museum. Sebbene, il termine medichessa sia desueto, esiste ed indica «donna che esercita la professione medica», e proprio su questa figura femminile e sul ruolo che ha assunto attraverso i secoli, si è soffermata l’attenzione dell’autrice che, pagina dopo pagina, con un linguaggio semplice e affascinante, fa comprendere come la scienza medica sia stata soprattutto una «fortezza» della libertà di espressione femminile.

Pagina dopo pagina, profilo dopo profilo, il libro dimostra infatti come la vestale, la maga, la strega, la medichessa abbiano un unico denominatore: la capacità e la vocazione femminile per la cura. Da Circe e Medea, passando per Metrodora e Trotula, arriviamo a Santa Ildegarda e a Caterina Sforza.

Alla presentazione del libro interverranno i giornalisti: Antonella di Tommaso, Roberto Messina e Eugenio Sorrentin; Catia Giorni del Centro Studi di Aboca Museum; la dott.ssa Laura Baldini, della Clinica Edn di Bergamo e Annapaola Callegaro, presidente del Lions Club «Colleoni» di Bergamo. La presentazione sarà arricchita dalla lettura di alcuni passi del libro a cura dell’attrice Silvia Barbieri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA