Sabato 28 Gennaio 2012

Band Loch Markt
domenica a Redona

Dopo il successo dello scorso ottobre, domenica 29 gennaio si replica. Al Centro Edonè di Redona torna Band Loch Markt, mercato del «fatto a mano e dell'autoproduzione» che racconterà la storia di 20 giovani, non solo bergamaschi. Progetti tutti all'insegna della manualità che spaziano da accessori moda a pezzi di arredamento e design, fino a produzioni artistiche.

«Torniamo a gran richiesta e il gruppo è sempre più variegato e molteplice - raccontano le tre organizzatrici -. In scena va quello che amiamo fare, quello che vorremmo diventare “da grandi”, ma che al momento è solo una passione, perché non ci permette di pagare l'affitto, le bollette, la spesa di tutti i giorni”. Ma l'artigianalità, la creatività e le passioni non devono comunque essere abbandonati e quindi il gruppo si estende, si incontra nei mercatini, facendo rete attraverso Internet. Il progetto è semplice da spiegare: 20 idee originali, a volte curiose, all'insegna del «fatto a mano» si ritrovano in un mercatino al centro Edonè, in via Gemelli (zona Redona) dalle ore 16 alle 21.

In programma anche una merenda, un happy hour con tanto di dj set. Designers indipendenti provenienti dalla Bergamasca ma anche da Ancona, Ferrara e Piacenza espongono le loro creazioni: «Partiamo da antichi mestieri e tecniche di lavorazione a mano tradizionali, per rivisitarle in chiave moderna» spiegano Beatrice Ruffinoni, 30enne di Osio Sotto, professione insegnante precaria; Veronica e Raffaella Cattaneo, sorelle di 32 e 37 anni di Bergamo, la prima grafica free-lance e l'altra impiegata. Sono loro ad aver organizzato, con il sostegno del noto e originale sito etsy.com, il mercatino. In esposizione ci saranno illustrazioni, spille e borse, accessori moda che spaziano dalle collane ai cerchietti, ma anche soprammobili di legno, abbigliamento e accessori di arredamento. Sei le presenze bergamasche: Alessandra Beltrame con lampade create da un collage di fotografie, Lara Frattini (Larinani) che produce accessori all'uncinetto, Cristina Vardanega (Kre Little Lab) che esporrà oggetti di arredamento fatti con tavole da skate, rielaborate e dipinte. E poi ci sono le tre organizzatrici: Beatrice con cerchietti, mollette ed elastici per capelli fatti con i bottoni ricoperti di stoffa, Veronica che prepara bijoux all'uncinetto e Raffaella che con il cemento fa gufi fermaporte, vasi e spille. «Siamo tutti giovani e puntiamo a realizzarci con nuove idee e progetti originali – continuano loro -. Un mercato è un modo per diventare più visibili, ma anche per tessere rapporti, stimolandoci l'un l'altro». E si può partire anche da qui: dai contenitori in feltro di The Yarn Kitchen alle collane a catena di Gaia Segattini fino ai vestiti dai tagli nuovi e dalla produzione artigianale della piacentina Tania Fedeli, in arte Pesci Rossi Handmade, senza dimenticare i colletti di Meikeeveraarts, olandese con base a Bologna, e le borse della spagnola Sandra Comas che ora vive a Torino. Il tutto con una buona idea e una curiosa genialità. E un obiettivo: «Spargere creatività».

Fabiana Tinaglia

fa.tinaglia

© riproduzione riservata