Si fa presto a dire «curvy» Una bergamasca su un calendario

Si fa presto a dire «curvy»
Una bergamasca su un calendario

Si fa presto a dire curvy. Se ne parla da parecchio, riviste di moda, celebri maison hanno spinto verso taglie più morbide, contro quella magrezza ossessiva e imperante che si vede troppo spesso sulle passerelle, sulle pagine dei magazine, in giro per la strada.

E allora una bergamasca dice la sua, e lo fa posando anche per un calendario. Certo, non è il celebre Pirelli - che proprio quest’anno ha omaggiato nei suoi scatti le forme morbide con Candice Huffine, modella curvy tra le più famose al mondo -, ma si tratta di un calendario che in Italia oramai da 3 anni viene realizzato interamente «curvy», a rappresentare la bellezza della donna in tutte le sue gloriose forme (dalla 44 in su).

Lei è Charlotta Olivato, 26 anni con mamma olandese e padre italiano, vive a Torre Boldone: «Ho deciso di aderire al progetto, senza alcun fino di lucro, ideato da Barbara Christmann che con il suo blog Beautiful Curvy (insieme a Ludovica Scalzo, Cecilia Cristoforetti e la psicologa Monica Pirola) da anni si batte per far passare il messaggio che essere belle significa essere in salute e che si può essere belle anche senza rientrare negli assurdi e innaturali canoni estetici che la moda e i media al giorno d’oggi ci impongono» spiega la ragazza.

«Io che sono cresciuta a Bergamo e ho vissuto sulla mia pelle la difficoltà di essere accettata e non considerata “bella” per colpa qualche chilo in più - continua Charlotta -. A causa del mio aspetto sono stata per anni vittima di bullismo, purtroppo in un periodo in cui di bullismo non si parlava, e quando se ne parlava non si veniva creduti neanche dai propri genitori».

Charlotta Olivato nel backstage del calendario

Charlotta Olivato nel backstage del calendario

Ecco allora una piccola - e bellissima aggiungiamo noi - rivincita personale: «Mi sono divertita e ho voluto dare un messaggio. Ma anche dimostrare qualcosa a tutti quelli che mi hanno sbeffeggiato, deriso e malmenato solo perché non ero e non sarò mai magra». Charlotte navigando su internet ha quindi scoperto del progetto del calendario «Beautifulcurvy 2015» e ha inoltrato la sua candidatura.

Dopo una selezione tra oltre 600 aspiranti modelle, sono state scelte le 12 protagoniste del calendario 2015, e tra queste anche Charlotta è stata inserita, «a rappresentare con orgoglio le curve orobiche».

Ecco quindi la bellissima bergamasca e un messaggio importante. Un tema molto importante, che tra l’altro ha visto coinvolti attori del mondo della moda. Già in passato la direttrice di Vogue Italia Carla Sozzani ha scelto modelle curvy per le sue copertine e i suoi servizi di moda, un passo storico è stato proprio quello del Pirelli 2015: per la prima volta una donna dalle forme morbide e abbondanti ha fatto parte dell’elenco delle veneri considerate icone di bellezza. Americana, 29 anni, Candice Huffine ha misure mozzafiato: 96, 83, 108 per 1 metro e 80 d’altezza. Il peso, 90 chili, è un segnale che sdogana l’idea di donna da copertina caratterizzata dalla magrezza a tutti i costi.

E Charlotta conclude: «Spero che il mio scatto, nel mese di maggio di questo calendario 2015, possa essere un messaggio positivo per le adolescenti di Bergamo e provincia (ma non solo) che non si sentono accettate per come sono».


© RIPRODUZIONE RISERVATA