Mercoledì 27 Ottobre 2010

barollo

Il conto alla rovescia è iniziato. Per gli appassionati di fumetto italiani l'ultimo fine settimana di ottobre equivale alla festività di un Capodanno. E il luogo deputato per celebrarlo degnamente è Lucca, anzi Luccacomics and Games.

Infatti la cittadina toscana per quattro giorni, dal 29 ottobre al 1 novembre, si trasformerà nella capitale italiana del fumetto.

Il programma dell'edizione 2010 è ricco di incontri e iniziative che non si limitano a festeggiare i maestri della tavola inchiostrata. La manifestazione infatti ogni anno cresce radunando e mescolando interessi diversi: videogiochi, musica, teatro e cinema d'animazione.

Quest'anno il filo conduttore sarà la beat generation, per muoversi nel segno delle libertà espressiva e della creatività senza limiti. E di sicuro lo spazio per sbizzarrirsi e aguzzare la vista ci sarà nei 22 mila metri quadri di stand distribuiti in cinque piazze e tre palazzi storici. Le iniziative coinvolgeranno l'intero centro storico di Lucca con spettacoli, happening e concerti.



Sulle mura e nei sotterranei si potrà partecipare a giochi di ruolo dal vivo, l'ex real collegio ospiterà il Japan palace dedicato a cultura e novità del Sol Levante. Appena fuori dalle mura un intero padiglione sarà il quartier generale di Lucca Games, la manifestazione gemella dedicata al mondo del videogioco e dei giochi da tavolo.

Tra i protagonisti di questa edizione Steve Perrin di RuneQuest, gioco di ruolo tra i più famosi.



Difficile indicare quali saranno le stelle più brillanti di Luccacomics. Tra gli ospiti più attesi ci sono lo scrittore fantasy Terry Brooks e Terry Moore, illustratore e scrittore, autore acclamato di Strangers in Paradise. E poi l'apprezzato illustratore spagnolo Luis Royo e il britannico Gary Frank, colonna portante della Marvel, al quale viene dedicata una mostra intera. Non mancano gli autori nostrani: Massimiliano Frezzato (che ha realizzato il manifesto di Luccacomics 2010), artista torinese apprezzato a livello internazionale e il fiorentino Ausonia, anche loro protagonisti di due mostre personali.

Luccacomics non è solo divertimento, ma è anche un'opportunità per chi vuole lavorare nel mondo del fumetto. A questo proposito si collocano il Lucca Project contest che mette in luce nuovi talenti, il workshop per giovani autori e gli importanti incontri con gli editori. Un'occasione per mettersi faccia a faccia e confrontarsi con chi “fabbrica” i fumetti.



Le case editrici usano Luccacomics come trampolino di lancio delle loro produzioni di punta. Dalla Panini alla Marvel, dalla Sergio Bonelli alla Bd: ci sarà “pane per gli sguardi degli appassionati e soprattutto l'occasione di incontrare gli autori per qualche battuta e preziosi schizzi autografati.





Tra i partecipanti nel settore editori spicca una agguerrita pattuglia orobica guidata da Edizioni Arcadia, la casa editrice nata nella fumetteria cittadina “Arcadia oltre le nuvole” in via Taramelli. Il primo piatto è l'ultimo capitolo della miniserie L'Insonne, con soggetto e sceneggiature di Giuseppe Di Bernardo e Francesco Matteuzzi e disegni di Emanuela Lupacchino e Lucilla Stellato. E' invece una novità Agente Orange, scritto da Roberto Recchioni e disegnato da Walter Venturi: una storia che mescola la guerra del Vietnam e le arti marziali.

Siamo invece in pieno territorio horror-fantascientifico con Malasorte, una produzione tutta orobica scritta da Marco Furlotti e disegnata da Massimiliano Bergamo.

Dall'invasione aliena alle nevrosi contemporanee il passo è meno lungo del previsto: Zorflick di Matteo Freddi è una raccolta di strisce sulla vita di un trentenne affetto dalla sindrome di Peter Pan.

La rassegna di Edizioni Arcadia si chiude con Myriam, una compagna di avventura di Jonathan Steele, raccontata in sei capitoli dalle matite di altrettanti disegnatori: Valentina Romeo, Ivan Zoni, Claudio Avella, Mirka Andolfo, Walter Trono e Christopher Possenti.





A colorare l'intero svolgimento di Luccacomics ci sarà il popolo dei Cosplayer, pronti a invadere strade e piazze di Lucca con performance ispirate a cartoni animati e fumetti. Tra questi ci saranno anche decine giovani bergamaschi che hanno affilato le armi durante l'anno preparando costumi e originali rappresentazioni. Nel computo non vanno dimenticati i veterani orobici di giochi di ruolo e da tavolo, ansiosi di “incrociare” dadi e carte con i colleghi del resto d'Italia. A tutti i concorrenti e partecipanti va l'augurio di un buon Luccacomics and games.

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags