Giovedì 10 Ottobre 2013

Sul Monte Farno
dj set benefico

Sesta edizione, domenica 13 ottobre, del Dj Set di beneficenza organizzato presso la ex Colonia del Monte Farno a Gandino. Si tratta di un evento che, a partire dal 2008, catalizza l'attenzione di migliaia di giovani, pronti a dedicarsi ad una giornata di musica nell'intento di sostenere progetti di solidarietà.

«A guidare il gruppo di 10 dj che si alterneranno alla consolle – sottolinea Flaviano Botta, giovane organizzatore – avremo due star di livello internazionale: Claudio Lancinhouse, già ospite a Gandino nelle scorse edizioni, e soprattutto Dj Tatanka, nome d'arte di Valerio Mascellino, che lavora in Olanda. Ha all'attivo una novantina di singoli ed è un vero e proprio punto di riferimento per i generi d'avanguardia».

L'iniziativa è promossa dall'Associazione Amici di Aurora di Cazzano S.Andrea e gode del patrocinio dei comuni di Gandino e Cazzano, degli «Amici del Laghetto Corrado» e del Gruppo Alpini. «In questi anni abbiamo raccolto decine di migliaia di euro a scopo benefico – aggiunge Botta – e con questa nuova edizione sosterremo l'Associazione Amici della Pediatria. In particolare i fondi raccolti verranno destinati al progetto Giocamico, un'attività ludica che consente ai bambini malati di conoscere e sperimentare sotto forma di gioco quanto dovranno incontrare nel percorso diagnostico e di cura. Una modalità innovativa che consente anche ai genitori di dare tranquillità e sicurezza ai piccoli pazienti».

La giornata partirà alle 10 all'insegna della deep house music, con aperitivo e successivo pranzo (prenotazioni 348/5271898 e 340/8561845). Seguirà il pomeriggio di festa (sino alle 21) presente anche il dj Nello specialista della musica afro. Dalle 13 alle 20 funzionerà un servizio navetta per il Monte Farno, con partenza dal piazzale dell'Asilo di Gandino (costo 1 euro). Per i parcheggi in quota sarà necessario munirsi del tagliando «Gratta e sosta» (2 euro) presso le rivendite in paese, oppure direttamente sul posto. «Vogliamo che sia una festa senza eccessi – conclude Botta – all'insegna della giusta allegria ma soprattutto della solidarietà».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata