Giovedì 12 Giugno 2008

Aeromodellismo:passione in crescita

È nato nel 1951 da un gruppo di appassionati e ora conta 130 soci. Parliamo del Gab, Gruppo aeromodellistico bergamasco. Per gli sperimentatori del volo in scala ridotta nel ’51 c’era davvero poco di commerciale: materiali e tecniche erano in gran parte autoprodotti sull’onda dell’interesse scatenato dalle profonde innovazioni tecniche nel settore dell’aviazione del dopo guerra.

Oggi il Gab è presieduto da Andrea Vaccari ed è uno dei sodalizi più consistenti d’Italia: soprattutto uno dei più strutturati, dotato di un campo di volo in regola, utilizzato per competizioni di livello internazionale.

La sede è a Seriate, dove si riunisce il Consiglio e dove è possibile prendere contatti per muovere i primi passi sulla pista di questo hobby “alato”. Nel gruppo infatti ci sono soci che tengono utili corsi introduttivi (costruzione e teoria del volo) e comunque tutti sono pronti a dispensare suggerimenti e dritte per prendere il volo.

L’accesso al campo di volo, che si trova nel parco delSerio tra Ghisalba e la Basella di Urgnano, è definito da un regolamento ed è necessaria un’assicurazione per tutelarsi da eventuali danni. Sul campo si possono effettuare delle prove con l’ausilio di un socio esperto e un doppio radiocomando per evitare che la situazione, letteralmente, “precipiti”.

Una domanda è d’obbligo: quanto costa “decollare” in proprio? La risposta degli esperti del Gab è tranquillizzante: con meno di 200 euro si può volare. Ormai il mercato degli aeromodelli offre un’ampia varietà di proposte, velivoli con motore elettrico o a scoppio, in legno oppure plastica e fibra. Il limite è spesso dettato dall’abilità e dalla fantasia dell’aeromodellista. 

L’attività agonistica del Gab si sviluppa ad ampio raggio. Si va dalle gare con riproduzioni storiche a quelle acrobatiche, dagli alianti trainati agli idrovolanti (queste gare vengono disputata sul lago di Endine). Da segnalare anche la pratica dell’Old Time, ossia la costruzione di modelli di aereo precedenti al 1955, una sfida all’accuratezza storica e all’aerodinamica. Le uniche esclusioni riguardano il volo vincolato e gli elicotteri.

Ogni specialità ha i suoi obiettivi: per le riproduzioni storiche viene valutata la fedeltà ai dettagli costruttivi, sul fronte del volo acrobatico i punti vengono assegnati in base alla difficoltà delle figure e per gli alianti invece viene considerata la durata del volo e la precisione degli atterraggi.

L’interesse per l’aeromodellismo è in crescita da almeno cinque anni si nota un rinnovato fermento nella Bergamasca. I ventenni sono in minoranza, ma l’entusiasmo e la competenza hanno messo radici facendo del Gab una delle realtà più solide e apprezzate a livello nazionale.

Ecco come contattare il Gab:
www.gabonline.it
La sede è a Seriate in via Deco e Canetta 18.
Ci si trova il secondo e il quarto venerdì del mese dalle 20 alle 22

(12/06/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags