Cosa fare il 1° maggio a Bergamo? C’è un pic-nic... misterioso

Cosa fare il 1° maggio a Bergamo?
C’è un pic-nic... misterioso

Domenica 1° maggio all’insegna del mistero. Niente di preoccupante: preparatevi però a vivere una giornata da esploratori, armandovi di tutta la creatività che possedete.

Il Gruppo archeologico bergamasco ha programmato il «Pic-nic del mistero», che si svolgerà «davanti e dentro le mura di San Giacomo», come si legge nel programma ufficiale. Il programma è assai fitto e inizierà alle 10 all’Orto Sociale con una visita alla scoperta delle colture più particolari presenti nell’area verde. Quindi prima visita alla cannoniera di San Giacomo, alla scoperta dell’ex caveau della Banca d’Italia; a seguire si prepara il palato per il pranzo con un aperitivo a base di salatini e con una degustazione di salumi e formaggi e vini bergamaschi.

Alle 11 si apre il laboratorio di candele con idee regalo per la festa della mamma, mentre alle 12 sarà la volta del picnic. Si stenderanno le tovaglie (la più originale verrà premiata) e si apriranno i cestini pieni di ogni succulente pietanza. Nel pomeriggio, dopo il secondo giro di visite all’Orto Sociale, è in programma uno spettacolo teatrale della «Compagnia dell’Ombra». Si chiuderà la giornata con una merenda campagnola a base di torte e biscotti. Il costo per la partecipazione è di 5 euro per gli adulti e 2 euro per i ragazzi dai 13 ai 18 anni; gratis sotto i 13 anni. Per ulteriori info scrivere a info@gruppoarcheologicobergamasco.org oppure telefonare allo 035-262565.

Nel frattempo proprio il 1° maggio l’Associazione Culturale Spazio Cam ha organizzato per la prima Maratona fotografica di Bergamo. Partenza fissata alle 9,30 dal Sentierone e arrivo per le 15,30 nella sede dello Spazio Cam, di fianco all’Accademia Carrara. Il regolamento è semplice e lascia libero spazio alla fantasia di ogni fotografo, ma fornisce alcune linee guida che tutti dovranno seguire. Al via infatti verrà consegnato l’elenco dei quattro temi delle fotografie (è ammesso uno scatto per tema) e dei luoghi di punzonatura dislocati in città, attraverso cui tutti dovranno transitare. Le foto verranno poi pubblicate on line sul sito maratonafotograficabergamo.it e insieme realizzeranno una narrazione unica della nostra città. A un paio di settimane di distanza, una giuria di esperti premierà le migliori, che saranno esposte per un mese alla Galleria dello Spazio Cam di Bergamo.

L’idea di questa manifestazione è vivere la città in modo consapevole e partecipativo. Immerso nei paesaggi, nelle vie medievali, nelle armonie dei monumenti e nella quotidianità dei bergamaschi, l’occhio dell’osservatore è chiamato a cogliere ogni aspetto che può identificare lo spirito della città e dei suoi cittadini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA