Ferrari Club: tributo  a Schumacher e Bianchi

Ferrari Club: tributo
a Schumacher e Bianchi

Per non dimenticare il sette volte campione del mondo Michael Schumacher e Jules Bianchi, le Scuderie Ferrari club di Caprino Bergamasco, Varese, Vedano al Lambro e Erba organizzano un appuntamento all’autodromo di Monza.

Si terrà in occasione della Festa dello sport, che si svolgerà domenica 14 giugno. Le Scuderie hanno deciso di affiancare il 2° ritrovo «Le Ferrari in pista» dedicato al sette volte campione del mondo Schumacher e al pilota del Team Marussia e Ferrari, Jules Bianchi.

«Con le vetture del cavallino Rampante sul rettilineo fronte box - spiega Giulio Carissimi, presidente della Scuderia di Caprino - comporremo la scritta “ Go Michael Jules”. La manifestazione è aperta a tutti gli Scuderia Ferrari club Nazionali ed esteri, ed a tutti i clienti Ferrari che desiderano essere presenti a questo importante momento di aggregazione».

Sono stati invitati i familiari dei piloti, del giornalismo sportivo e della Ferrari. La famiglia di Michael ha ringraziato ma non sarà presente, mentre ha dato conferma la famiglia di Bianchi.

PROGRAMMA:
• Ore 09,00 - 10,00: Arrivo dei partecipanti. Registrazione e parcheggio in zona riservata.
• Ore 10,30: Tutte le vetture in pista per le foto di rito e la composizione della scritta con vetture Ferrari “Go Michael Jules.”
A seguire fino alle ore 12.30, tutti i partecipanti potranno percorrere con le loro Ferrari ad andatura a loro più consona la pista più famosa del Mondo.

La pista sarà presidiata da commissari di percorso e l’evento filmato e commentato dallo speaker per eccellenza, Luigi Vignando. Al termine pranzo al ristorante dell’autodromo, con premiazioni a tutti i partecipanti ed un premio speciale al papà di Jules, Philippe Bianchi.

Pomeriggio libero con accesso gratuito al paddok dove sono allestite mostre ed eventi sportivi a cura delle associazioni monzesi. Oltre a ricordare i piloti e far sentire alle loro famiglie il calore dei tifosi Italiani, la manifestazione ha come secondo obiettivo una raccolta fondi che sarà destinata all’Associazione Onlus Giò nel Cuore che si occupa dell’assistenza di ammalati terminali a domicilio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA