Pasqua bella, buona e colorata Con Vittorio l’uovo «Pagliaccio»

Pasqua bella, buona e colorata
Con Vittorio l’uovo «Pagliaccio»

Bello e buono, ne siamo sicuri. Anche un tantino caruccio, ma per chi se lo può permettere è un gioiello della pasticceria bergamasca.

Stiamo parlando dell’uovo della famiglia Cerea: precisione, tecnica e passione sono le fondamenta su cui si basa ogni prodotto creato dai discendenti di Vittorio.

L’uovo di Pasqua di Vittorio

L’uovo di Pasqua di Vittorio

Un ristorante tre stelle Michelin, del resto, e i dolci che non si possono dimenticare. Da qui la scelta: Simone Finazzi, chef pasticcere, a Pasqua propone uova di cioccolato gourmet. Le varietà? Uovo Pagliaccio, Uovo con «ciareghì», Uovo Pinguino. Fortunato chi può assaggiarlo (il costo è di 140 euro), noi scegliamo lo scatto più fanciullesco, dedicandolo a tutti i bambini: «Da piccoli non si vede l’ora di aprire l’uovo per vedere cosa c’è dentro - commenta Finazzi -. Nel nostro Pagliaccio la sorpresa è già all’esterno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA