Domenica 06 Aprile 2014

Relax, natura e buon cibo

Ecco la primavera di Sesto

Il Bad Moos di Sesto in mezzo alla natura

È il perfetto connubio: relax, natura, buon cibo. E grande discrezione. Il Bad Moos di Sesto, frazione Moso, accoccolato nella Val Fiscalina, ha una peculiarità: è capace di raccontarsi in maniera sempre diversa. È perfetto per chi fa sport e ama la natura perché i sentieri (siamo sotto le Tre Cime, bellissimo qui girare in bici) sono vicinissimi, così come gli impianti di risalita. La struttura si trova infatti tra i boschi e i prati in fiore che, dopo la tanta neve dell’inverno appena trascorso, sono pronti a riscoprirsi come un vero e proprio paradiso terrestre.

Da ogni punto di vista, qui siamo infatti nella mecca del benessere, tra saune e bagni turchi, vasche con acqua fredda e grotte sulfuree per il relax di corpo e mente, con trattamenti di ogni genere e personale espertissimo per una perfetta remise en forme, grazie anche alla sorgente di acqua sulfurea che caratterizza l’area su cui la struttura è stata costruita. C’e il bagno nel fieno, rilassante e depurativo, un centro massaggi specializzato, pacchetti a coppie per vivere ogni trattamento beauty con la dolce metà. Tutto questo senza dimenticare una palestra, due piscine, una interna e una esterna, con svariate aree relax dotate di morbidi lettini per riposare o prendere il sole.

E poi ci sono camere modernissime che non perdono il gusto della tradizione: ci sono i dettagli in loden altoatesino e il caminetto davanti al letto, il profumo di pino cembro invade le stanze dove il legno di larice fa da padrone tra docce ultima generazione e una cabina armadio che lascia senza fiato. Il panorama? La natura ti circonda silenziosa e pacifica.

Anche la sala ristorante ha un gusto impeccabile, con gli ospiti che vivono anche gli spazi comuni nella più totale riservatezza: perfetto quindi per le famiglia ma anche per la coppia che cerca romanticismo e relax. Con un consiglio: da provare, oltre al bagno nel fieno in vasche d’antan e flute di champagne, la cena nella stube del 1200, molto intima e di rara bellezza. Con tanto di menù che farebbe impazzire qualsiasi goloso: ottima la cucina, con prodotti di stagione e perfetta per chi soffre di allergie e intolleranze alimentari, c’è pure lo chef dedicato solamente alla pasticceria. E la mattina, a colazione, le brioche e gli strudel di mele ne sono la dimostrazione.

© riproduzione riservata