Giovedì 14 Gennaio 2010

Atalanta-Lazio, sfida da vincere
Talamonti: attenti a Floccari

E’ l’ex di turno ed aveva esordito nel campionato italiano, proprio con la maglia della Lazio. Leonardo Josè Talamonti, argentino, centrale difensivo ventottenne, è concentratissimo sulla sfida casalinga di domenica contro i biancoazzurri di mister Ballardini.

«Tutti noi - dice - speriamo di vincere visto la precaria situazione di classifica. Sappiamo, comunque, che non sarà un compito facile dal momento che avremo di fronte una squadra qualitativamente di spessore. In particolare i romani sono molto forti da metà campo in su ed anche dietro vantano giocatori di pieno rispetto. Ma per l’ Atalanta è troppo importante la prossima sfida, ragione per cui cercheremo di ottenere il massimo».

A Talamonti si è ricordato che nella gara giocata lo scorso torneo nella capitale, gli atalantini vinsero per uno a zero, proprio con un suo gol: “Non dimenticherò mai quella rete perché oltre a sancire per noi la vittoria si trattò del mio primo gol con l’ Atalanta. A fine gara i miei compagni mi festeggiarono a non finire”.

Da precisare che l’ argentino, non trovando posto da titolare nell’undici nerazzurro-gesione Antonio Conte, era stato incluso nell’ elenco dei possibili partenti in questo mercato di riparazione di gennaio “In effetti – ha sottolineato- al mio procuratore sono pervenute diverse richieste ma vi posso assicurare che, almeno, fino a giugno, non mi muoverò da Bergamo. Qui, peraltro, c’è di mezzo la salvezza dell’ Atalanta, ovvero una ragione in più per rimanervi”.

Infine, inevitabile, parlare di Sergio Floccari, il bomber che, ceduto in estate al Genoa è poi stato girato in prestito un paio di settimane or sono alla Lazio: “Sarebbe stato meglio non trovarcelo di fronte tanto più che Sergio con la casacca laziale ha ripreso a far male ai portieri. A noi difensori, in particolare, il compito di non lasciarlo spaziare come sa lui. Da avversario l’avevo marcato quando giocava a Messina e già da allora era solito mettere in mostra le sue straordinarie qualità tecniche e fisiche”.

A. Z.

a.ceresoli

© riproduzione riservata