Lunedì 08 Marzo 2010

Villa d'Ogna, bestemmie in campo
tre espulsi in un quarto d'ora

Tra Villa d'Ogna e Bergamo Longuelo vince la blasfemia. Tre i rossi diretti per bestemmia sventolati a cavallo fra il 10' e il 25' della ripresa a L. Imberti e I. Bellini (Villa d'Ogna) e Belingheri (Longuelo), in un match nel quale, le recenti normative federali, sono state applicate con estrema rigorosità.

Pur con un uomo in meno per gran parte della ripresa, i padroni di casa sono riusciti due volte a rimontare i rivali, in una partita che ha riservato mille emozioni e qualche protesta. Apre Goncalves, con un gol viziato, secondo i padroni di casa, da un fallo di mano. Il pari è un'incornata di P. Baronchelli all'altezza del secondo palo.

Dopo il tè, Musella sigla il nuovo vantaggio dei cittadini sugli sviluppi della più classica delle ripartenze. Il resto è il festival del rosso diretto, che non scalfisce però l'orgoglio del Villa d'Ogna che con un penalty procurato da Magli e realizzato da Dentella riesce a pareggiare per 2-2.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata