Lunedì 12 Aprile 2010

Karate, per la Master Rapid Cbl
un bronzo all'Open d'Italia

L'undicesima edizione dell'Open d'Italia di Karate, gara valevole per la Golden League ospitata presso il Palasesto, si è conclusa con un dato significativo: ben 21 gli atleti della Master Rapid CBL di Clusone presenti, sicuramente uno dei Club più numerosi in una gara che ha visto sfilare quasi 2000 atleti rappresentati di ben 36 nazioni.

L'epilogo è stato davvero trionfale grazie ad un risultato sicuramente prestigioso. Infatti, nella specialità del combattimento, la rappresentativa guidata dai tecnici Francesco Maffolini e Francesco Landi ha conquistato una splendida medaglia di bronzo. L'atleta Omar Poetini, in una categoria in cui partecipavano ben 64 giovani talenti, è stato artefice di una prestazione di spessore, aggiudicandosi il parere favorevole dei giudici per 6 incontri consecutivi, cedendo solo di misura all'atleta pugliese Davide Pagano poi trionfatore di categoria.

Un'edizione particolare per la squadra agonisti della Master Rapid con tantissime promesse lanciate alla prima gara di livello internazionale. I successi degli atleti della Master Rapid CBL sono stati equamente divisi nelle due specialità, kata e kumite, ed hanno avuto una forte affermazione proprio nel settore giovanile, segno di una ricchezza di talenti davvero incoraggiante; infatti, le eccellenze tecniche esibite dagli under 15 lasciano intravedere felici sviluppi con la certezza di assistere ad anni di karate ai massimi livelli.

Gli esordienti Janet Allioni, Serena Peluchetti, Pierpaolo Bonalda, Manuel Pe, Gianluca Taranto hanno tutti ben figurato, con Julian Visinoni e Pierpaolo Bonalda che hanno addirittura sfiorato il colpaccio, cedendo (3 a 2) nella finale per il bronzo. I talenti Oscar Pe, Alberto Mori, Paolo Alfieri, Matteo Raggi, Erik Bona e Michele Landrini hanno brillato sia nel kata che nel kumite superati solo dai nazionali giovanili esteri, confermando così la vivacità tecnica e la crescita costante del Master Rapid Team.

«Ogni volta tutto il lavoro di mesi deve trovare un ritmo ed un senso, un plauso ai ragazzi per il tanto impegno di preparazione» ha commentato alla fine della manifestazione il Tecnico Maffolini. Prossimo impegno per il Karate Team CBL il 25 aprile a Udine per il Trofeo Internazionale Udine Trophy 2010.

k.manenti

© riproduzione riservata