Lunedì 13 Settembre 2010

Colantuono smorza le polemiche
«Siena-Atalanta, solo una partita»

Stefano Colantuono ha parlato in conferenza stampa alla ripresa della preparazione dell'Atalanta, attesa sabato dalla delicata trasferta di Siena, contro quella che probabilmente si rivelerà la rivale più temibile nella corsa alla serie A.

Il tecnico nerazzurro ha ribadito concetti già espressi relativi al match vinto a Pescara («Non mi ero depresso dopo lo 0-0 contro il Frosinone e non mi esalto dopo il 2-0 di Pescara, ma sono molto fiducioso perché la squadra sta continuando a crescere e lavora con umiltà e concentrazione») e si è proiettato già sulla supersfida di sabato smorzando ogni possibile polemica.

«So delle schermaglie tra Conte-Doni (che alla conclusione del campionato si erano lanciati a mezzo stampa reciproche, pesanti accuse, ndr), ma sabato non si giocherà Conte-Doni, bensì Siena-Atalanta. Che sarà una normale partita di calcio, nemmeno decisiva visto che siamo soltanto alla 5ª giornata di campionato. Vediamo di non aumentare inutilmente la tensione. Quanto alla gestione atalantina di Conte, non so bene cosa sia successo e comunque non penso che i giocatori nerazzurri avranno qualche condizionamento».

«Doni giocherà a Siena? Non lo so. Può darsi benissimo che giochi o che entri a partita in corso. Quello che posso dire è che Doni si sta comportando in modo esemplare, sia con la squadra, sia con lo staff tecnico e noi siamo molto felici che lui sia con noi».

Il mister atalantino ha puntualizzato anche la posizione di Ardemagni: «Non creiamo problemi che non esistono. Ardemagni attraverso soltanto un momentino negativo, è un po' giù perché non segna, ma è in ripresa e sono sicuro che farà la fortuna dell'Atalanta perché è un ottimo giocatore, giovane e con ampi margini di miglioramento. E ricordiamo che il gol di Tiribocchi a Pescara è stato al 50% merito suo».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata