Lunedì 28 Marzo 2011

I campionati di snowboard-cross
Gran successo per le gare di Colere

La truppa dei “Panda” dello Scalve Boarder Team ha trasformato, con la sua allegria e vivacità, una giornata grigia in momento di grande divertimento, durante i campionati regionali di snowboard-cross svoltisi a Colere domenica 27 marzo.

Ad accogliere gli atleti in località Ferrantino, infatti è una giornata grigia e malinconica. A riportare subito l'allegria ci pensano però gli apripista SBT: Simone Belingheri, Andrea Pelamatti e Federico Bogazzi, vent'anni in tre, che scendendo in maniera impeccabile tra le gobbe e i salti del tracciato, raccolgono gli applausi di tutti. Le competizioni sono poi proseguite con le qualifiche a tempo, alla fine delle quali sulla pista è calata una nebbia fittissima con visibilità di quindici metri. I giudici e l'organizzazione, per salvaguardare l'incolumità dei raider, pensano che basti così e annullano le batterie, tenendo buoni per la classifica i tempi delle qualificazioni.

A diplomarsi campioni regionali sono stati tutti portacolori dello ScalveBT: nei cuccioli Sofia Zana nella femminile, Carlo Cottini nel maschile, tra i ragazzi Emanuela Locatelli e Stefano Bendotti, negli allievi Silvia Cottini e Thomas Belingheri e nei Giovani Senior Alice Segato e Jurj Bonomo. Da segnalare anche gli ottimi piazzamenti di Davide Beligheri e Giona Bolzer, entrambi secondi nelle categorie Ragazzi e Giovani Senior. A concludere la giornata di festa le premiazioni spruzzate da acqua mista a neve al rifugio Cima Bianca.

Vede il bicchiere mezzo pieno anche il presidente SBT Andrea Bettoni “Nonostante il meteo, abbiamo trascorso una bella giornata di aggregazione, il nostro team si è dimostrato organizzato e affiatato; con la società impianti Colere 2200 il rapporto è proficuo; siamo pronti” prosegue Bettoni “per organizzare un evento più importante nella prossima stagione.”

Ed ora tutti a fare il tifo per Michela Moioli e Cristian Belingheri che domani sono impegnati nei Campionati Mondiali Juniores.

a.ceresoli

© riproduzione riservata