Mercoledì 25 Gennaio 2012

D'accordo Stendardo e Carrozza
Ma se arrivasse anche una punta?

Potremmo anche sbagliare ma lungi dal ritenere che il mercato di gennaio, per l' Atalanta, si sia concluso con gli ingaggi di Carrozza e Stendardo. Confidiamo, come già sottolineato più volte, nell'operatività di Pier Paolo Marino, considerato da anni e a buona ragione, il classico “volpone” delle trattative in entrata e in uscita.

In altre parole non sarebbe da Marino accontentarsi della stipula dei contratti dell'accoppiata Carrozza-Stendardo, giocatori affidabili sin che si vuole ma chiamati unicamente a colmare i vuoti temporanei lasciati dal partente Pettinari e dall' infortunato Capelli.

Allora cosa ci si potrebbe attendere o addirittura pretendere da Marino in questi ultimi giorni? Organico nerazzurro rigorosamente alla mano e condividendo i correttivi indicati da alcuni addetti ai lavori da auspicare l'innesto di una punta in alternativa o a fianco di Denis. Intendiamoci bene: se il bomber argentino garantisse altri 11 gol nel girone di ritorno sarebbe madornale crearsi machiavellici problemi. Diventerebbe, viceversa, una esigenza se la cosa non dovesse accadere, tanto più che sino ad ora sono davvero pochi i gol segnati dagli altri atalantini.

Se ne potrebbe, forse, fare a meno di un attaccante purosangue se si sbloccasse il “caso Gabbiadini”. Non trascorre giorno che il procuratore della punta dell' under 21 azzurra megafoni la viva insoddisfazione per l' impiego col contagocce del suo assistito. E, ancora l' agente sportivo del giocatore, aggiunge in maniera forte e chiara che le richieste di club autorevoli si susseguono di ora in ora. Marino regolarmente smentisce la cessione di Manolo in questo mese rinviando l' eventuale possibilità di privarsene soltanto nella prossima estate.

Ma anche qualora mister Stefano Colantuono non esitasse, di colpo, a trovargli un posto stabile in squadra chi sarebbe disposto a garantirne un immediato rendimento? Di fronte ad una improponibile, quanto meno per il momento, risposta (fammi indovino e ti farò ricco) per andare sul sicuro Marino potrebbe riservarci una piacevole sopresa sul filo di lana.

Arturo Zambaldo

a.ceresoli

© riproduzione riservata