Venerdì 30 Marzo 2012

Il -6 non ce lo toglie più nessuno
Ma non si usino 2 pesi e 2 misure

Il ricorso respinto dal Tnas va letto, senza alcun giro di parole, in questi termini: i 6 punti inflittici dagli organi giudicanti non ce li toglierà proprio nessuno. Sentenza, ad onor del vero, che non può che amareggiare profondamente chi ha a cuore i colori nerazzurri.

Non si è assistito, nemmeno, a un'ipotizzabile riduzione della pena. Insomma, un mare di delusione forse attenuato al pensiero che la zavorra piovutaci di colpo sulle spalle la scorsa estate è sparita strada percorrendo grazie al brillantissimo avvio di campionato del team di mister Colantuono.

Ma questo è ben altro discorso. Provate, del resto, immaginare se, come da sensate previsioni d'inizio torneo, stessimo ancora adesso contabilizzando le farraginose tabelle-salvezza. Per fortuna la classifica ci rassicura in maniera solida.

Purtroppo le incognite sulla tribolata vicenda legate al calcioscommesse sono e saranno all'ordine del giorno. I 6 punti, confermati dal Tnas, infatti, riguardano soltanto la gara con il Piacenza, disputata a Bergamo. Due altre spade di Damocle ci tengono con il fiato in sospeso: una per il match di Ascoli, l'altra per quello di Padova.

In altre parole, siamo in attesa che chi di dovere si pronunci su entrambe le trasferte menzionate. Dopo questa prima definitiva decisione, c'è qualcuno portato a vedere il classico bicchiere mezzo pieno? Ne dubitiamo. Meglio, secondo noi, auspicare che adeguati provvedimenti vengano presi anche nei confronti delle non poche società e degli altrettanti giocatori non esenti da presunte responsabilità rese note da più fonti. Guai se si dovesse prendere, impotenti, atto dei classici «due pesi e due misure»!

Arturo Zambaldo

m.sanfilippo

© riproduzione riservata