Lunedì 13 Maggio 2013

Provinciali tra playoff e playout
Ecco le promosse e retrocesse

Punto e a capo. Dalla Promozione in giù è tempo di vacanze per il calcio provinciale ma non per tutti. L'ultima giornata ha dato i responsi che mancavano, ma qualche società sarà costretta a passare attraverso lo spareggio infrasettimanale prima di poter brindare al successo in campionato o alla salvezza. In Serie D è finita la favola del Pontisola, che ha perso al Matteo Legler di Ponte San Pietro contro il Lecco nella semifinale playoff. In Eccellenza il Ciserano, grazie alla vittoria per 1-0 sul Cavenago, si è qualificata per la finale del girone contro il Sancolombano, alla finalissima dopo lo 0-0 contro la Trevigliese.

In D ed in Eccellenza era già tempo dei primi spareggi, che nelle altre categorie partiranno da domenica 19 maggio. In Promozione hanno festeggiato la vittoria del campionato la Cisanese nel gruppo C ed il Verdello nel D, che vanno ad aggiungersi al Brusaporto dei record, ormai da un mese in Eccellenza. Il Paladina si giocherà la promozione al playoff contro il Merate, mentre nel D il Villongo passa automaticamente al terzo turno. Sono tre le squadre impegnate nei playout, con l'Arx che se la dovrà vedere contro l'Agrate, la Pagazzanese contro il CurnoCaluschese e la Forza e Costanza contro la Capriolese, mentre salutano la categoria Sebinia e Trealbe. In Prima Categoria è festa grande a Brembate Sopra e Vertova, mentre in nessuno dei due gironi ci saranno i playoff completi.

Nel D ci sarà subito la finalissima tra Bonate e Sporting Adda Bottanuco, mentre nel gruppo E il Casazza è già in finale, Baradello e Frassati Ranica si sfideranno per un posto al sole. In zona salvezza l'unica bergamasca retrocessa al momento è la Brembatese, mentre sarà bagarre per mantenere la categoria tra Prezzatese e Fiorente Colognola, Boltiere e Sporting Valentino Mazzola e tra Nembrese-Castellese e Nuova Selvino-Clusone. In Seconda mancava l'ultimo titolo, conquistato dalla Pradalunghese nel B, ai danni di un combattivo Bergamo Longuelo, che passa in automatico al terzo turno playoff.

Prima delle fasi finali ci sarà lo spareggio nello stesso girone tra VO Gazzaniga e Celadina per capire chi tornerà in Terza: la vincente sfiderà il Cene, che ha assaporato per un buon lasso di tempo la salvezza diretta, prima della rimonta del Levate con il Mozzo (6-5). Nel gruppo A e nel C c'era solo da capire quali fossero gli accoppiamenti playoff, con Almè-Roncola e Valle Imagna-Zogno, Colle Alto-Cividatese e Endine Gaiano-Cortenuovese; nel girone I l'Acos Treviglio attende in finale la vincente di Calcense Romanengo, mentre nel girone U l'Oriens andrà a far visita al Cavenago.

E in zona salvezza? Qua non sono mancate grosse sorprese. L'Amici Mozzo si prende una grossa rivincita e arriva allo spareggio con gli altri Amici, quelli di Mapello, con l'Amatori Brembate 85 che torna in Terza; nel girone C il tracollo del Palosco lo porta ai playout contro l'Or. Costa di Mezzate, mentre il Cenate centra la salvezza così come il Real Bolgare. Nel girone U un finale di campionato complicato porta la Fulgor Canonica allo spareggio contro la Rodanese. Festeggia l'approdo in Seconda solo l'Ares Redona, dopo un anno di purgatorio, visto negli altri due gironi ancora senza vincitori si andrà allo spareggio con Villese-San Lorenzo nel B e Calcinatese-Comonte nel C.

Simone Masper

fa.tinaglia

© riproduzione riservata