Venerdì 08 Maggio 2009

F1: Rosberg ok nelle libere
Le Ferrari modificate stentano

Ancora Nico Rosberg re delle libere, conferme per le Brawn GP, la Ferrari resta dietro nonostante le novità aerodinamiche. Per le due monoposto di Maranello, però, vale il discorso della configurazione. Ai box si è lavorato soprattutto in assetto da gara, con carichi di benzina piuttosto consistenti.

Comunque nessuna particolare novità, quindi, nella prima giornata del fine settimana del Gp di Spagna, quinta prova del Mondiale di F1, in programma domenica a Barcellona. Il tedesco della Williams ha ancora una volta messo le mani sulla pole «virtuale», chiudendo con il miglior tempo assoluto conquistato nella sessione pomeridiana, 1'21"588. Dietro di lui il compagno di squadra, il giapponese Kazuki Nakajima, che ha fermato il crono sull'1'21"740, e la Renault dello spagnolo Fernando Alonso, anche lui sotto l'1'22" (1'21"781).

Conferme, dunque, per la Brawn GP, più veloce di tutti nonostante abbia dato la sensazione di non forzare. Con un carico probabilmente consistente di benzina, al mattino ha dato segnali di forza con Jenson Button, migliore di tutti con il tempo di 1'21"799 (l'unico a scendere sotto l'1'22" nella prima sessione) per poi girare costantemente sull'1'22"8 alla ripresa. Proprio nel pomeriggio è stato il turno di Rubens Barrichello, che è sceso fino all'1'21"843.

In casa Ferrari da valutare attentamente il lavoro fatto sulle monoposto di Kimi Raikkonen e Felipe Massa. La giornata dedicata alle libere si può infatti considerare come un vero e proprio test, con tanto di configurazione gara rispetto a quanto succederà in qualifica. Tanta benzina a bordo per entrambi, nel pomeriggio anche interventi consistenti sul telaio di Massa (si è lavorato sul cofano motore, è stato «tagliato» fino al ridurlo al minimo indispensabile). Lo stesso brasiliano, però, è parso piuttosto contrariato in qualche occasione, soprattutto quando era in attesa del segnale da parte del team di rientrare in pista. Tanta, evidentemente, la voglia di girare per migliorare una situazione pessima che dopo quattro gare lo vede ancora fermo a zero punti.

Alla fine della giornata si possono considerare alterni i rendimenti dei due piloti. Raikkonen è riuscito a migliorarsi nel pomeriggio, 1'22"599 (decimo tempo) dopo l'1'22"873 del mattino (undicesimo). Al contrario Massa è andato meglio al mattino, 1'22"855 (nono) contro l'1'22"878 del pomeriggio (quindicesimo). Domani, sabato, alle 14 le qualifiche (diretta Rai 2 e Sky Sport 2).

m.sanfilippo

© riproduzione riservata