Domenica 12 Luglio 2009

Le premesse sono buone
Diamo fiducia a Gregucci

Se il bel giorno si vede dal mattino.... Partiamo dall'antichissimo adagio per coniugarlo con l'Atalanta, praticamente già confezionata il giorno in cui va in ritiro. Il responsabile dell'area tecnica, Carlo Osti, nel confermare alla presentazione alla stampa a Zingonia la nuova rosa disegnata con anticipo rispetto alla chiusura del mercato, ha trasmesso fiducia e forse qualcosa in più.

Del resto le annunciate partenze dei pezzi da novanta Floccari e Cigarini sono state annullate o, se preferite, addolcite dagli ingaggi della punta della Nazionale Under 21 Acquafresca e dal paraguaiano venticinquenne Barreto, sul quale la dirigenza ha investito una cifra ragguardevole per i suoi parametri. Sia Acquafresca, sia Barreto erano ambiti da grandi club, brava l'Atalanta ad averli strappati alla concorrenza.

Gli stessi arrivi di Tiribocchi, Caserta, Bianco e Madonna non dovrebbero far rimpiangere le partenze di Plasmati, Defendi e De Ascentis. Valori indiscutibilmente aggiunti dell'Atalanta stagione 2009-2010 sono, inoltre, Guarente e Manfredini, appetiti da sodalizi di media-alta fascia e che il club nerazzurro è intenzionato a tenere, probabilmente a meno di qualche offerta da sceicco.

Quanto all'allenatore, si parla di incognita considerata la veste quasi da esordiente nella massima categoria (il suo precedente a Lecce, cinque partite e l'esonero, non fa ormai molto testo). Sulle spalle di Gregucci, inoltre, c'è il peso di dover sostituire mister Del Neri, protagonista di due tornei ampiamente positivi per punti in classifica e per un gioco spesso divertente.

Sempre a Zingonia Gregucci ha rinnovato il suo entusiasmo e la concretezza dei metodi di lavoro sperimentati nei precedenti campionati. Si può parlare di scommessa, nonostante Osti continui a ribadire che Gregucci è da considerare una prima scelta societaria? Al campo la definitiva sentenza anche, se non mancano all'Atalanta precedenti di allenatori che, proprio, nella tappa di Bergamo hanno creato le premesse per una fulgida carriera.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata