Amici dell’Atalanta, Natale di solidarietà «Il cuore nerazzurro batte per i più  piccoli»
Roberto Selini

Amici dell’Atalanta, Natale di solidarietà
«Il cuore nerazzurro batte per i più piccoli»

Un Natale di solidarietà per il club Amici dell’Atalanta impegnato nel sociale dopo la bella festa della famiglia atalantina al Centro Congressi. Intervista a Roberto Selini.

«L’ attività dei club Amici dell’Atalanta non si è certo fermata durante le festività natalizie. Dalle sezioni giungono al Centro di Coordinamento parecchie iniziative di carattere sociale e benefico. Visite con doni ed elargizioni finanziarie a reparti di pediatria degli ospedali e ai bimbi delle scuole dell’infanzia, tornei di calcio e ritrovi vari con raccolte di fondi da evolvere ad associazioni e istituzioni preposte ad ospitare persone meno fortunate. Il tutto avallato dal nostro Centro che raggruppa 82 club con circa 5 mila aderenti». Con giustificato orgoglio è Roberto Selini, vice presidente degli «Amici» nonché da anni consigliere di amministrazione dell’Atalanta, a raccontare la solidarietà dei cuori nerazzurri.

«Ancora adesso – prosegue – ci giungono i complimenti per la cerimonia dell’11 dicembre scorso al Centro congressi Papa Giovanni, di Bergamo, in occasione della Festa dei ricordi nella quale abbiamo accolto l’intera famiglia atalantina, con i giocatori in organico capeggiati da mister Gian Piero Gasperini, dal numero uno della società Antonio Percassi e dalla dirigenza. A fare da cornice in sala i numerosissimi tifosi i quali non hanno poi perso l’occasione per stringersi attorno alla squadra per foto, autografi e quant’altro. Insomma una soddisfazione immensa condivisa naturalmente da Marino Lazzarini, autentico trascinatore dei nostri supporter».

Selini, che per lungo periodo ha affiancato il mitico Mino Favini e i suoi più stretti collaboratori del settore giovanile nerazzurro, si è poi soffermato sulla sbalorditiva funzionalità dello stesso vivaio. «Da sempre i nostri baby sono stati al centro dell’ammirazione di coloro che operano nell’ambito del calcio. Vantiamo, del resto, un interminabile elenco di giocatori arrivati alle massime categorie compresi quei non pochi campioni arrivati alla nazionale. Con l’ingresso della famiglia Percassi lo specifico settore ha compiuto un salto di qualità inteso nel più ampio senso del termine».

E sul team impegnata nella corrente stagione sportiva? «La classifica – dice Selini – è lì da vedere. Per il terzo anno di fila stazioniamo nella parte sinistra, l’equivalente della lotta per un posto in Europa. Dite poco per un sodalizio definito provinciale solo per una questione logistica?». Concordiamo in pieno…


© RIPRODUZIONE RISERVATA