Domenica torna la Millegradini Tre i percorsi, ecco come iscriversi
Uno scatto della Millegradini del 2016

Domenica torna la Millegradini
Tre i percorsi, ecco come iscriversi

Manca poco alla Millegradini, la fortunata e tanto amata manifestazione che il prossimo 17 settembre vivrà il via della sua settima edizione il cui motto «Millegradini …..occasione unica per vivere e conoscere in maniera dinamica a km zero la città in tutte le sue componenti…» rappresenta alla perfezione questa manifestazione unica nel suo genere, che si snoda lungo le vie e le scalette che collegano città bassa a città alta e ai suoi colli, attraversando siti e luoghi storici ed artistici di cui i bergamaschi spesso hanno perso la memoria.

La Millegradini è infatti ispirata dall’intento degli organizzatori di far staccare per una volta ai ragazzi (ma anche agli adulti…) gli occhi da cellulari, tablet, videogiochi e altre diavolerie (almeno da quelle inutili) per immergersi tra le bellezze della Città con le sue scalette che salgono verso i Colli e il borgo racchiuso dalle antiche Mura Venete. Ma la manifestazione non offre però solo corsa e scalette - e qui sta la sua particolarità principale - perchè lungo tutto il percorso si salgono e scendono i gradini della storia e dell’arte visto che vengono attraversati moltissimi luoghi storico-culturali che caratterizzano Bergamo e che possono così essere visitati nel lasso di tempo di una passeggiata salutare ed istruttiva con libero accesso a Musei, Enti e luoghi storico-culturali che aderiscono all’iniziativa.

Tre i percorsi «tradizionali» proposti a difficoltà decrescente a partire da quello agonistico (valido per il circuito CSI) ai due più«tranquilli»: l’amatoriale adatto a chi è abituato a partecipare alle camminate sportive non competitive e quello turistico tagliato a misura di chi intenda soffermarsi maggiorante ad ammirare i luoghi artistici e culturali offerti dalla Città. Percorsi completati dal «fiore all’occhiello» della «Zerogradini» un percorso sociale assistito che offre la possibilità anche a chi non può salire o scendere gradini di visitare comunque alcuni dei luoghi più significativi «toccati» dalla Millegradini. Dall’anno scorso si è anche aggiunta la BCT – Bergamo City Trail Millegradini – gara regionale FIDAL a coppie che grazie alla collaborazione con A.S.D. Runners Bergamo aumenta ulteriormente il livello di adrenalina.

Inserita nella Settimana Europea della Mobilità la Millegradini offre agli iscritti l’utilizzo gratuito dei mezzi pubblici di Atb e Teb, un’occasione per abituarsi ad usarli sempre di più per il bene di tutti. E da quest’anno c’è uno stimolo in più per prendere parte alla Millegradini, quello di poter correre dopo tanta attesa anche lungo ed all’interno di un bene Patrimonio dell’Umanità, vale a dire le Mura Venete recentemente dichiarate tali dall’Unesco.

E proprio sulle Mura c’è uno dei passaggi più suggestivi della Millegradini: la Cannoniera del Baluardo di San Giovanni, uno dei luoghi attraversati dalla manifestazione fin dalla sua prima edizione - facendolo conoscere ai bergamaschi e non solo - e che speriamo abbia contribuito positivamente alla scelta dei Commissari Unesco.

Tutti pronti quindi alle 9 (per gara regionale Fidal a coppie alle 7,30) di domenica 17 settembre per il via che verrà dato davanti alla sede storica de L’Eco di Bergamo nel centro cittadino.

La preiscrizione alla manifestazione è preferibile per potersi assicurare la t-shirt commemorativa e obbligatoria per i percorsi agonistici (quest’anno sarà verde). Da quest’anno l’operazione è ancora più semplice grazie alla possibilità di farlo on line: per i percorsi non agonistici tramite il sito di Orobie fino a venerdì 15 settembre all’indirizzo www.orobie.it/millegradini/iscriviti/, per la gara idal su www.bct-millegradini.it. Il sito di riferimento per tutte le informazioni (tra cui i punti di prevendita fisici per chi non volesse utilizzare il canale on line) resta invece www.millegradini.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA