Lazzarini, presidente degli «Amici» «Regia perfetta nelle trasferte atalantine»

Lazzarini, presidente degli «Amici»
«Regia perfetta nelle trasferte atalantine»

Il Club ha dato grande prova organizzativa: centinaia i tifosi che hanno utilizzato pullman e aerei che li hanno poi visti protagonisti sugli spalti dei vari stadi europei.

«Il club Amici dell’Atalanta ha confermato la tradizionale efficienza nell’allestire le trasferte al seguito della squadra anche in occasione di quest’ultima rassegna internazionale. Centinaia i tifosi che hanno utilizzato pullman e aerei che li hanno poi visti protagonisti sugli spalti dei vari stadi europei. Il tutto senza il minimo contrattempo e all’insegna di quella armonia e allegria da coniugare in ogni manifestazione sportiva». Lo dice d’un fiato e comprensibilmente orgoglioso il presidente degli «Amici», Marino Lazzarini, timoniere dell’Associazione che, patrocinata da L’Eco di Bergamo, con cinquantadue anni di ininterrotta attività alle spalle si avvale di 81 sezioni e intorno ai 5 mila iscritti. «E – prosegue – le consistenti spedizioni all’estero e a Reggio Emilia sono state portante avanti dall’ esercito dei volontari già alle prese con le abituali prevendite dei biglietti per il campionato e per la distribuzione dei pass ai disabili per l’ingresso allo stadio Azzurri d’Italia».

Un attimo di pausa e il timoniere dei supporter nerazzurri aggiunge: «L’affidabilità della struttura che mi vede con orgoglio in testa ci viene riconosciuta pure dalle Istituzioni interessate all’argomento e naturalmente dalla dirigenza atalantina. Per noi i “grazie” e i consensi che ci vengono più volte trasmessi ci gratificano all’ennesima potenza iniettandoci, inoltre, le vitamine necessarie per impegnarci con ripetuti slanci».

A questo punto Lazzarini fa un telegrafico commento sulla mancata qualificazione di Papu Gomez e compagni agli ottavi di finale della League: «Mamma mia che colpo alle coronarie quando a sei minuti dal termine giovedì sera al Mapei i tedeschi hanno pareggiato la rete di Toloi! Una autentica mazzata durissima da metabolizzare ma tant’è. Adesso,però, bisogna riversare le energie da tifosi sul campionato e aiutare la squadra a tornare in Europa dalla prossima stagione. Mi sento di garantirlo a nome degli associati».


© RIPRODUZIONE RISERVATA