Lunedì 31 Maggio 2004

L’Italia cala un poker in Tunisia

Tunisia - Italia 0-4 (0-2)

Reti: nel pt 15’ autorete Bouazizi, 26’ Cannavaro; nel st 41’ Pirlo, 45’ Zambrotta.

Tunisia (3-5-2): Boumnijel, Boussaidi, Saidi, Hagui, Bouazizi (26’ st Sghaier), Nafti (29’ st Jedidi), Ayari, Chebli, Ghodbane, Braham (37’ st Selliti), Letaief (10’ st Achisu). In panchina: Fadhel, Azayez, Missaoui, Mkacher, B. Yahia, Guezel, A. Yahia, Guemandia. All. Lemerre.

Italia (4-2-3-1): Buffon, Panucci (1’ st Oddo), Cannavaro (1’ st Materazzi), Nesta (1’ st Ferrari), Zambrotta, Zanetti (1’ st Pirlo), Perrotta (1’ st Gattuso), Camoranesi, Del Piero (26’ st Favalli), Totti (1’ st Cassano), Vieri (17’ st Corradi). in panchina: Toldo, Fiore, Di Vaio, Peruzzi. All. Trapattoni.

Arbitro: Duhamel (Francia).

Note - Angoli: 7 a 2 per l’Italia. Recupero: 1’ e 3’. Ammonito Camoranesi per gioco falloso.

Nell’ultimo test amichevole prima dell’Europeo, l’Italia sconfigge per 4-0 la Tunisia, destando una buona impressione. A far sorridere Trapattoni, oltre alla rotonda vittoria (con i primi gol in azzurro di Pirlo, Zambrotta e di capitan Cannavaro), sono le prove e la condizione atletica dei singoli, lo spirito di gruppo e la duttilità tattica di quasi tutti i giocatori impiegati.

Ad aprire la goleada degli azzurri è un’autorete di Bouazizi al 15’ del primo tempo: Totti lancia in profondità Vieri, il capitano tunisino Bouazizi lo anticipa di testa infilando a sorpresa il suo portiere. Al 26’ pt la difesa tunisina regala un angolo all’Italia: lo batte Totti, Cannavaro arriva da dietro e segna il 2-0 di testa con uno smash con tanto di rimbalzo. Al 41’ della ripresa il 3-0: Cassano si procura una punizione da 25 metri. Pirlo guarda la barriera, calcia a giro sul primo palo e insacca a portiere immobile. Al 90’ arriva il quarto gol degli azzurri: dall’angolo Corradi schiaccia di testa, il portiere smanaccia, sulla ribattuta Zambrotta scarica il destro sotto la traversa.

Al termine della partita, il citì Trapattoni, dopo aver apprezzato degli azzurri soprattutto «condizione e mentalità», ha sottolineato che «nonostante potesse sembrare una partita facile, il primo tempo è stato molto duro». Parole di apprezzamento dal Trap sia su Del Piero («partita brillante, gli è mancato solo il gol, ma sta crescendo»), sia su Cassano («brillante e convinto, negli spazi larghi dà il meglio»).

(30/05/2004)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags