Venerdì 23 Aprile 2004

Luca Messi: «Stavolta vincerò con l’astuzia e con la pazienza»

Fra una settimana Luca Messi salirà il ring del Palasport di Bergamo (venerdì 30 aprile) per la grande rivincita contro il francese Mustafa Bouzid, che il 17 dicembre scorso gli strappò il mondialino Wba dei pesi welter. È il giorno tanto atteso dal campione della Bergamo Boxe, quello che può veramente condizionare in positivo o in negativo il suo futuro, quello alla fine del quale potrebbe assaporare la più esaltante soddisfazione o la più cocente delusione della sua ricca carriera.

Nella nuova palestra inserita nel campo Utili, abbiamo trovato Messi tirato a puntino e deciso come mai: «L’altro giorno - ha esordito il pugile - ho raggiunto il mio peso forma, traguardo non facile da agganciare in quanto ho dovuto perdere ben 12 kg. Mi sento in forma smagliante. Fino a domani caricherò il più possibile, poi da lunedì inizierò lo scarico».

Quindi vedremo il miglior Messi della carriera?

«Me lo auguro, perché mi gioco molto venerdì sera. Occorrerà essere al top della condizione psico-fisica per riconquistare quel titolo che tanto mi manca. Come ho già avuto occasione di dire, imposterò il match in modo diverso dal solito, nel senso che non mi butterò allo sbaraglio subito, ma gestirò la prima metà per poi impormi alla distanza. Ho fondo da vendere per cui non mi spaventa affatto arrivare alla dodicesima ripresa, e se sarà così avrò molte chances di vincere».

A proposito, si hanno notizie su Bouzid?

«Silenzio più assoluto, ma non è un segnale positivo per me; sta a significare che si trova in ottima forma, che non ha quindi problemi e che nella sua testa pensa già al bis. Ha 31 anni per cui pure lui non può dilazionare nel tempo la scalata ad un europeo».

Nella stessa serata però ci sarà il match dell’Atalanta contro il Vicenza.

«Nessuna paura: i nerazzurri finiranno alle 22,15 e io salirò il ring alle 22,45. Gli amici della curva Pisani già mi hanno promesso che durante la partita esporranno un enorme striscione ricordando che poi ci si dovrà portare al Palasport».

(23/04/2004)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags