Mercoledì 23 Giugno 2004

Pinotti 3° nella crono tricolore Ghisalberti 5° tra gli dilettanti

Buoni piazzamenti per gli atleti bergamaschi nelle prime due giornate di gare della Settimana Tricolore pisana, la manifestazione di ciclismo su strada, che assegna i titoli di campione d’Italia.

Marco Pinotti, 28 enne professionista di Osio Sotto, in forza alla Lampre, è salito sul terzo gradino del podio nella cronometro individuale, che si è corsa a Marina di Pisa. Il titolo di campione italiano è stato vinto da Dario David Cioni (Fassa Bortolo), al secondo posto si è piazzato il varesino Andrea Peron (Team Csc). Pinotti a metà percorso accusava un solo secondo di ritardo da Cioni, ma ha avuto un calo nella seconda parte: al traguardo non era per nulla soddisfatto. 

Sergio Ghisalberti, dilettante dell’Uc Bergamasca 1902, si è piazzato al quinto posto (a 11" dal vincitore) nella prova tricolore riservata alla categoria élite, che si è corsa sulle strade intorno a Pontedera. Il titolo italiano è stato conquistato da Giairo Ermeti, piacentino trapiantato in Toscana, in forza alla Palazzago, che allo sprint ha bruciato i due compagni di fuga, il veneto Alessandro Bertuola e Marco Marzano della Pagnoncelli.

(23/06/2004)

Nella giornata inaugurale della «Settimana Tricolore» riservata ai cronomen a Marina di Pisa, in Toscana, una bella soddisfazione se l’è tolta il frosinate di Isola Liri Francesco Rivera della Palazzago-Ab Isolanti che ha fatto sua la maglia tricolore degli under 23. Il diesse Ezio Tironi che l’ha seguito e incitato dall’ammiraglia è rimasto semplicemente entusiasta della prestazione del ragazzo e spiega anche perchè: «Quella di Francesco è stata una prova impeccabile, nessuno di noi si aspettava una prestazione tanto rilevante. Eppure la sua stagione è partita malissimo, una caduta gli ha procurato la frattura della spalla e del pollice della mano sinistra, è in sella soltanto da una ventina di giorni: davvero stupefacente».

Soddisfazione che Rivera ha condiviso con i fratelli Ezio e Anita (presidentessa del gruppo), l’imprenditore-scrittore Vincenzo Caricari, sponsor principale della compagine. Ecco nei dettagli la manifestazione d’apertura che ha consentito la conquista della maglia tricolore a Dario Cioni (open), a Francesco Rivera (under 23), a Gabriele Savorgnan (juniores) e per la categoria femminile a Giovanna Troldi (élite), Rebecca Bertola (juniores).

La categoria élite si è contesa il titolo italiano sulla distanza di 44 chilometri che Cioni ha percorso alla media di 48, 798; ha preceduto di 5" Peron, di 21" Pinotti, di 22" Ivan Basso. Al quinto posto, primo dei dilettanti, si è piazzato, in ritardo di 50" dal vincitore, il piacentino Giairo Ermeti che pure fa parte della Palazzago-Ab Isolanti: un risultato, il suo, da non sottovalutare. Il bergamasco Marco Milesi (Vini Caldirola) ha concluso in 17ª posizione a 2’46" da Cioni.

Pregevole la prestazione di Pinotti, a metà percorso accusava un solo secondo da Cioni, ha avuto un calo nella seconda parte: al traguardo non era per nulla soddisfatto. Di Francesco Rivera si è detto, una prestazione formidabile tra gli under 23, in particolare su Ascani che gli ha reso 20".

Le speranze orobiche nella categoria juniores erano rivolte su Roberto Caccia (Verdellese) già protagonista della crono di Monticelli Brusatim, ma evidentemente quella di ieri non era giornata per il pur forte atleta di Cavalleri e Marcassoli ed ha rimediato la 10ª posizione; il successo è toccato al friulano Gabriele Savorgnan (Caneva). Nessuna atleta bergamasca ha partecipato alle due gare femminili; la maglia tricolore l’hanno conquistata Rebecca Bertola (Ju Sport) tra le juniores (ha concluso con 12" di vantaggio sulla Faccin) e l’élite Giovanna Troldi (Beeon Bikers) con 22" sulla Guderzo.

Oggi le attenzioni si spostano alle gare su strada: in palio a Pontedera il titolo italiano élite (maschile).

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags