Giovedì 16 Aprile 2009

Quattro gol all'Olginatese
Diego De Ascentis recuperato

Sfatare il tabù Reggina: l’Atalanta scenderà in campo domenica 19 aprile allo stadio Comunale per ottenere la prima vittoria in serie A contro la squadra calabrese. Guardando la situazione di classifica della squadra amaranto la missione non dovrebbe essere delle più difficili, ma la Reggina venderà cara la pelle contro la squadra bergamasca, dato che tre punti le permetterebbero di tenere vive le residue speranze di salvezza. La squadra di Del Neri è così scesa in campo per sfidare l’Olginatese, squadra che disputa il campionato di serie D, con la testa rivolta al prossimo incontro di campionato. Il test amichevole non è stato tra i più indicativi, soprattutto a causa del terreno pesante e del forte vento: il mister atalantino Del Neri non ha voluto rischiare e così capitan Doni e Floccari hanno lavorato a parte.

Oltre ai due gioielli dell’attacco nerazzurro, anche il difensore Talamonti non ha partecipato al match, a causa di un fastidio al ginocchio destro. L’allenatore atalantino ha così mischiato le carte, proponendo dall’inizio il rientrante De Ascentis, che ha così completamente recuperato dal precedente guaio muscolare. Dopo le numerose assenza delle ultime giornate di campionato Del Neri può guardare con fiducia al match con la Reggina, visto che dovrà fare a meno dei soli Coppola e Ferreira Pinto. Verosimilmente l’ Atalanta scenderà in campo con il 4-4-1-1 con quella che si può definire la formazione ideale di questa stagione: Consigli tra i pali, Garics, Bellini, Talamonti e Manfredini in difesa; Padoin, Guarente, Cigarini e Valdes in mediana e capitan Doni alle spalle dell’unica punta Floccari. L’Atalanta si è imposta sull’Olginatese, abile a recuperare i due iniziali gol di svantaggio, per 4-2. Le reti atalantine sono state realizzate da Defendi e Padoin nel primo tempo e da Cigarini (su calcio di rigore) e dal giovane Gabbiadini nel finale.

Giornata di amichevole anche per la Reggina: mister Orlandi ha invece optato per una sfida in famiglia. Sicuramente a Bergamo mancheranno Barillà e Lanzaro, squalificati dal giudice sportivo: il loro posto sarà preso con tutta probabilità da Cirillo e Carmona, anche se quest’ultimo ha lasciato anzitempo il terreno di gioco per una botta al ginocchio destro. Atalanta- Reggina non evoca piacevoli ricordi al pubblico bergamasco: oltre a non aver mai battuto i calabresi in serie A, nella stagione 2002/2003 l’Atalanta scese in serie B proprio dopo lo spareggio perso tra le mura domestiche contro la squadra amaranto. Un motivo in più per gli uomini di Del Neri di rifarsi e battere per la prima volta la Reggina: nella testa dei giocatori atalantini è ancora fresco il ricordo della pesante sconfitta dell’andata (3-1).

Simone Masper

TABELLINO


Marcatori: Defendi, Padoin, Grendele, Pomini, Cigarini (rigore), Gabbiadini.

Atalanta primo tempo
: Consigli, Garics, Pellegrino, Manfredini, Peluso, Defendi, De Ascentis, Guarente, Padoin, Valdes, Plasmati.

Atalanta secondo tempo:
Colombi, Garics (Barbetti), Capelli, Peluso, Bellini, Defendi, Cigarini, Parravicini, Padoin (Gabbiadini), Valdes (Girasole), Zaza.

Venerdì 17 aprile l'allenamento sarà a porte chiuse.

a.ceresoli

© riproduzione riservata