Venerdì 17 Settembre 2004

Ruggeri, ufficializza le dimissioni Atalanta solidale col presidente

Il presidente dell’Atalanta, Ivan Ruggeri, ha formalizzato oggi le dimissioni, alle quali si sono aggiunte quelle del vicepresidente, Bruno Ruggeri. Le lettere sono state spedite al Collegio sindacale che le ha poste all’ordine del giorno del prossimo Consiglio di amministrazione, il 30 settembre. Non ci sarà dunque una seduta straordinaria, convocata con urgenza, come alcuni ipotizzavano dopo l’annuncio clamoroso di Ruggeri nel dopopartita dell’incontro vittorioso con la Reggina.

Intorno al presidente, intanto, si è stretta la società, che spera in un rientro delle dimissioni. «Cercheremo di far cambiare idea al presidente», ha detto il direttore generale dell’Atalanta, Roberto Zanzi. E l’amministratore delegato Isidoro Fratus spera in un ripensamento di Ruggeri prima del Consiglio di amministrazione, visto che ha «13 giorni per pensarci».

Solidarietà a Ruggeri è stata espressa da più parti. Molti i messaggi arrivati personalmente al presidente, mentre la Provincia di Bergamo ha affidato a un comunicato ufficiale la propria vicinanza e solidarietà a Ruggeri nel momento difficile. Solidarietà anche da parte del Club Amici dell’Atalanta e a Zingonia un gruppo di tifosi ha manifestato il proprio attaccamento al presidente. La squadra, intanto, continua la preparazione per i prossimi impegnativi appuntamenti. Certo il clima è piuttosto preoccupato. «È una giornata tristissima», ha commentato per tutti l’allenatore Andrea Mandorlini.

Esprimi il tuo parere e partecipa al forum di discussione sulla decisione del presidente Ruggeri

(17/09/2004)

acampoleoni

© riproduzione riservata

Tags