Tiri liberi sul basket orobico Bergamo e il sogno promozione

Tiri liberi sul basket orobico
Bergamo e il sogno promozione

Due mesi fa cominciammo ad alzare l’asticella (dall’ obiettivo-salvezza estivo passammo ai playoff), da due settimane abbiamo cominciato a pensare ancora più in grande e a schiudere il cassetto del sogno promozione.

Merito di una squadra diventata di colpo non più sorpresa, ma autentica certezza. La situazione è limpida: capolista assoluta con dodici vittorie (solo quattro ko) e autrice di prestazioni divertenti e ad alto livello. Prudenza o ancor peggio scaramanzia sono fuori luogo. Coach Sandro Dell’Agnello (tra i protagonisti di questo exploit), ha di recente dismesso i panni da “minimo sindacale”, ammettendo di poter puntare al prossimo mini torneo di maggio quando le prime della regular season si sfideranno per il passaggio alla massima divisione nazionale. Nella dirigenza sembra non esistere unità d’intenti anche se nella stanza dei bottoni regni la più ampia armonia. C’è chi porta avanti la politica dei piccoli passi e chi invece preferisce sfruttare appieno il momento favorevole e aprire all’ipotesi di un intervento sul mercato d’inverno.

Lino Lardo, allenatore di notevole spessore ha sostenuto chiaro e tondo che il club presieduto da Massimo Lentsch (presente alla conferenza stampa) può rientrare nel ristretto gruppo di candidate in chiave promozione. Interessanti, comunque, le decisioni che verranno prese dal vertice societario convocato per giovedì prossimo per prendere in esame le prospettive del futuro più che prossimo. A buon intenditor poche parole.


© RIPRODUZIONE RISERVATA