Bilancio Ue: Bianchi (Lega), no a risparmi tagliando coesione

Bilancio Ue: Bianchi (Lega), no a risparmi tagliando coesione

BRUXELLES - "Ritengo pericoloso il principio per cui per trovare risparmi, si debba tagliare la politica di coesione, vero elemento necessario per completare il processo di sussidiarietà tra Unione Europea e territori". Così il sindaco di Morazzone (Varese) e membro leghista del Comitato europeo delle Regioni (CdR), Matteo Bianchi, commenta la proposta di bilancio pluriennale dell'Ue presentato mercoledì dalla Commissione europea.

"Il sostegno e la centralità delle regioni nella gestione dei fondi comunitari è qualcosa di non negoziabile, a maggior ragione se si sono trovati soldi per la gestione dei fenomeni migratori", aggiunge in una nota Bianchi, neoeletto alla Camera dei deputati. "Abbiamo già vissuto in questi anni esperienze negative di centralizzazione europea, lasciamo che siano le regioni e le autonomie a gestire i fondi come meglio ritengono per i propri territori" conclude il membro del CdR.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags