Mr Cobbler, calzolaio magico a New York

Mr Cobbler, calzolaio magico a New York

(ANSA) - ROMA, 15 LUG - Nonostante il sapore della favola yiddish e il riferimento universale al modo di dire "to walk e a mile in another man's shoes" (ovvero mettersi nelle scarpe di un altro), 'Mr Cobbler e la bottega magica' del premio Oscar Thomas McCarthy, in sala dal 21 luglio con Barter Entertainment, non convince più di tanto considerando anche che è stato girato dal regista solo dodici mesi prima del pluripremiato Il caso Spotlight. Eppure la storia aveva un'idea di fondo niente male. Ovvero le vicende di un triste calzolaio da quattro generazioni Max Simkin (Adam Sandler), che vive nel Lower East Side newyorchese insieme alla madre vecchia e malata. Unico suo amico Jimmy (Steve Buscemi), barbiere suo vicino. Tutto cambia quando, venuta meno la macchina per la cucitura delle suole, si trova costretto ad usare quella antiquata del nonno. Alla prima riparazione, la macchina rivela la sua magia. Ovvero, indossando le scarpe riparate dalla vecchia cucitrice, queste permettono di trasformarsi fisicamente nel proprietario.


© RIPRODUZIONE RISERVATA