Sanremo attende, Rocìo debutta a teatro

(ANSA) - ROMA, 29 GEN - "Carlo Conti? Qualunque lavoro mi proponesse, accetterei di corsa. La De Filippi? Un genio della comunicazione. Vorrei una masterclass di un week end con lei". Parola di Rocìo Muno Morales, che a due anni dal suo primo Sanremo in veste di co-conduttrice, è ora attesa all'Ariston come ospite al fianco di Raoul Bova. Lei intanto si prepara alla sua prima volta in teatro con 'Certi notti', testo di Antonio Grosso, che per la regia di Giuseppe Miale Di Mauro sarà al Ghione di Roma dall'1 al 19/2. Protagonisti, 5 universitari di una Casa dello studente, tra problemi esistenziali e un futuro a tinte sbiadite, più un professore autoritario, nella notte del terremoto de L'Aquila (anche se il riferimento non è mai esplicito). "Una prova a cui pensavo da tanto - dice Rocìo all'ANSA - Non avevo mai avuto il coraggio, per un grande rispetto per il teatro. Poi, nove mesi fa, molto prima delle ultime tragedie, ho letto questo copione: un messaggio positivo e un invito a non smarrirsi perché la vita è un privilegio".


© RIPRODUZIONE RISERVATA