Lunedì 28 Ottobre 2013

Suu Kyi, non sofferto solo mia famiglia

link

(ANSA) - ROMA, 28 OTT - "La mia famiglia non è stata l'unica a essere subordinata alle vicende della Birmania". Lo ha detto Aung San Suu Kyi nella conferenza stampa con Emma Bonino a proposito del fatto che durante gli anni degli arresti domiciliari le sia stato impedito di incontrare il marito morente e i due figli. "E' un piacere per me rivedere di persona Aung San Suu Kyi dopo anni di soli video", ha detto da parte sua Bonino ricordando che il loro ultimo incontro risaliva al 1996.

© riproduzione riservata