Lunedì 07 Dicembre 2009

Finanziaria/ Lavori in stallo, scontro maggioranza-opposizione

Roma, 7 dic. (Apcom) - Una seduta fiume di quasi 7 ore e ancora nessun voto in commissione Bilancio della Camera sulla Finanziaria. Maggioranza e governo si sono mostrati irremovibili sulla possibilità di accogliere qualche richiesta dell'opposizione che ha puntato i piedi facendo ostruzionismo e sottolineando il "rischio di una rottura istituzionale". La minoranza, tramite il capogruppo in commissione Pier Paolo Baretta, ha quindi avanzato la richiesta di sospendere i lavori per consentire alla maggioranza una riflessione sulla possibilità di accogliere qualche loro proposta, ma il relatore Massimo Corsaro ha respinto la mozione. C'è il rischio di una rottura istituzionale piuttosto pesante - ha detto Baretta - è necessario approfondire la questione e sospendere i lavori per consentire una riflessione, in modo che - ha affermato rivolgendosi alla maggioranza - possiate darci una risposta definitiva dal punto di vista politico". Il relatore ha difeso le scelte compiute finora sulla manovra e ha parlato di "totale sintonia tra maggioranza e governo. La maggioranza - ha sottolineato replicando alle accuse - non fa solo da prestanome. Il lavoro svolto fino ad oggi è un lavoro che la maggioranza rivendica in toto". Quel testo - ha attaccato anche Gian Luca Galletti (Udc) - è blindato da qualcuno che non è in questa sala: è molto meglio ammetterlo e votare subito il mandato al relatore". Intanto, in commissione proseguono ad oltranza gli interventi dei deputati, senza tuttavia aver ancora effettuato nessuna votazione. Il via libera dovrà comunque arrivare entro oggi (il termine massimo è le 19), quindi è ipotizzabile che verrà votato il mandato al relatore senza esaminare tutti gli emendamenti. Massimo Bitonci della Lega si è detto solidale con l'opposizione e ha chiesto di "cercare di risolvere almeno la questione di San Benedetto del Tronto" (si tratterebbe soltanto di una correzione formale) oppure qualche altro piccolo tema. La minoranza ha ridotto ulteriormente i propri emendamenti segnalandone 47 su 200. Il presidente della commissione Giancarlo Giorgetti ha poi sospeso la seduta per una mezz'ora per una pausa tecnica.

Gab

© riproduzione riservata