Martedì 19 Gennaio 2010

Puglia/Taranto, è morta clochard rapinata e stuprata in stazione

Roma, 19 gen. (Apcom) - E' morta la clochard italiana di 42 anni rapinata e violentata in un capannone vicino allo scalo ferroviario di Taranto. La donna - spiega la polizia ferroviaria che ha seguito le indagini - è deceduta ieri sera dopo le 23 presumibilmente a causa delle ferite riportate nell'aggressione. Intanto è stato fermato uno straniero, un cittadino bulgaro, anche lui senza fissa dimora, che stazionava nella zona. La donna era stata derubata di pochi spiccioli, aggredita, stuprata e picchiata con violenza, aveva riportato varie ferite al capo e al busto riportate durante la rapina avvenuta ieri sera. Le indagini della polizia ferroviaria di Taranto hanno stabilito che la violenza sarebbe avvenuto all'interno di un capannone abbandonato ubicato nella zona della stazione ferroviaria dove diversi senza tetto si rifugiano per trascorrere la notte. La donna era riuscita a fornire molti elementi utili alle indagini che si sono subito concentrate su un cittadino di nazionalità bulgara, anch'egli senza fissa dimora, irregolare sul territorio nazionale. Ora è in stato di fermo e dovrà rispondere quindi anche anche di omicidio, volontario o preterintenzionale.

Gtu

© riproduzione riservata