Martedì 19 Gennaio 2010

Gregoraci: sarò testimonial di un ddl per conservazione staminali

Roma, 19 gen. (Apcom) - "Ho deciso che farò conservare, in una clinica in Germania, le cellule staminali estratte dal cordone ombelicale di mio figlio. Una sorta di assicurazione per la vita del mio bimbo, da utilizzare se mai un giorno avrà problemi di salute. Purtroppo non posso effettuare questa pratica in Italia perché non è prevista dal nostro sistema". Elisabetta Gregoraci, moglie di Flavio Braitore, racconta così la sua lotta a favore di tutte le mamme sul numero in edicola domani, mercoledì 20 gennaio, del settimanale "Chi", diretto da Alfonso Signorini. "A marzo sarò testimonial, insieme alle due senatrici Dorina Bianchi e Maria Ida Germontani, per la presentazione del disegno legge volto a legalizzare la conservazione delle cellule anche nel nostro Paese. So che è una pratica costosa. Ma lavoreremo anche per tentare di diminuire i costi". E aggiunge: "Flavio è dalla mia parte. Come del resto io dalla sua. Eravamo in Kenya, quando abbiamo appreso la notizia che la giustizia ordinaria aveva annullato il procedimento di radiazione a suo carico. Ci siamo abbracciati e abbiamo festeggiato con lo champagne". Poi, però, precisa. "Ma non mi convincerà mai e poi mai a chiamare nostro figlio Falco, piuttosto lo chiamo Paperino. Io preferisco Flavio junior".

Apa

© riproduzione riservata