Venerdì 05 Febbraio 2010

Nordirlanda/ Svolta nei negoziati, oggi firma accordo governo

Roma, 5 feb. (Apcom) - I Primi ministri britannico, Gordon Brown, e irlandese, Brian Cowen, si recheranno oggi a Belfast per siglare l'accordo raggiunto nella notte dai partiti nordirlandesi, che sembra scongiurare la crisi ed aprire la strada ad un governo biconfessionale con pieni poteri. Come riporta il quotidiano britannico The Guardian infatti Peter Robinson, leader del Democratic Unionist Party (Dup), principale formazione protestante, ha infatti ricevuto ieri il sostegno del suo partito per la riforma della giustizia e della polizia, dopo aver ottenuto dai cattolici dello Sinn Fein delle garanzie su due questioni principali: la Commissione per le Parate , che non discriminerà le tradizionali marce orangiste, e il Ministero della Giustizia, che non andrà a un esponente dello Sinn Fein. Dopo il disarmo delle formazioni paramilitari, di fatto ormai quasi completato, la devolution di tribunali e forze di sicurezza era l'unica tessera ancora mancante del mosaico disegnato dagli accordi del Venerdì Santo, firmati nel 1998: proprio le polemiche sulla gestione della polizia avevano paralizzato negli ultimi mesi le attività del governo biconfessionale varato nel 2007 e guidato dallo stesso Robinson. La vecchia polizia, l'Ulster Constabulary - formata al 90% da protestanti - era accusata di collusione con i gruppi paramilitari unionisti; la nuova forza pubblica prevede un sistema di reclutamento basato su quote, che dovrebbe portare alla parità tra cattolici e protestanti nel 2011; attualmente gli agenti appartenenti alla comunità cattolica costituiscono circa un quarto del totale.

Mgi

© riproduzione riservata