Martedì 09 Febbraio 2010

Zimbabwe/ Controllo aziende dovrà passare a cittadini "indigeni"

Harare, 9 feb. (Ap) - Il governo dello Zimbabwe ha annunciato l'applicazione di una legge sull' 'indigenizzazione' - approvata dal Parlamento nel 2008 - che prevede la cessione del controllo (almeno il 51% del pacchetto azionario) di tutte le imprese di capitale sociale maggiore di 500.000 dollari a cittadini di etnia africana. Le aziende avranno 45 giorni per mettersi in regola e in caso di inadempienza le pene previste arrivano a cinque anni di carcere; anche gli investitori esteri dovranno rispettare una "quota di potere indigeno". La legge, approvata quando il Parlamento era sotto il controllo del presidente Robert Mugabe, si applica ai residenti "indigeni" e ai loro figli nati dopo l'indipendenza dalla Gran Bretagna, raggiunta nel 1980, ed esclude di fatto la minoranza bianca del Paese.

Mgi

© riproduzione riservata