Venerdì 12 Marzo 2010

M.O./ Gerusalemme Est, Anp chiede aiuto degli Stati Uniti

Roma, 12 mar. (Apcom) - Il presidente dell'Autorità Nazionale palestinese Abu Mazen ha chiesto agli Stati Uniti di fare pressione sul governo israeliano perché venga revocata l'autorizzazione alla costruzione di 1.600 alloggi a Gerusalemme Est: è quanto riporta il quotidiano israeliano Ha'aretz, citando fonti palestinesi. In un colloquio telefonico avvenuto ieri sera l'inviato speciale per il Medio Oriente statunitense George Mitchell - che dovrebbe recarsi nella regione la prossima settimana - avrebbe chiesto ad Abu Mazen di non rinunciare ai negoziati indiretti, come minacciato all'indomani della decisione israeliana (criticata peraltro dalla comunità internazionale, compresi gli Stati Uniti). Le attività di costruzione nei quartieri arabi di Gerusalemme non fanno parte della moratoria unilaterale di 10 mesi sull'ampliamento delle colonie in Cisgiordania decisa dal governo israeliano: una sospensione totale delle attività edilizie, che comprenda anche la Città Santa, è però la condizione avanzata dall'Autorità Nazionale Palestinese per la ripresa del dialogo.

Mgi

© riproduzione riservata