Lunedì 15 Marzo 2010

Lavoro/ Lo hanno perso in 2,7 milioni in eurozona lo scorso anno

Bruxelles, 15 mar. (Apcom) - 2,7 milioni di persone hanno perso il lavoro lo scorso anno nell'eurozona, un record, di cui 347.000 solo nel quarto trimestre. Nel 2009 l'occupazione è diminuita dell'1,8% nel paesi dell'euro, in base ai dati di Eurostat, una percentuale che corrisponde a 2,721 milioni di persone, dopo una crescita dello 0,9% nel 2008. Nei 27 paesi dell'Unione le persone rimaste senza lavoro lo scorso anno sono state 4,021 milioni, pari a un calo degli occupati dell'1,8%. L'occupazione nell'area euro è diminuita dello 0,2% (347.000 persone) nel quarto trimestre del 2009, rispetto al terzo trimestre. Nello stesso periodo, la diminuzione è stata dello 0,3% (583.000 persone) nei Ventisette, secondo le prime stime Eurostat, pubblicate oggi dall'Ufficio statistico dell'Ue. Si registra comunque un rallentamento della caduta rispetto al terzo trimestre del 2009, quando in entrambe le aree la riduzione era stata dello 0,5%. Rispetto allo stesso periodo del 2008, l'occupazione nel quarto trimestre 2009 è calata del 2,0% nell'eurozona e del 2,1% nell'Ue a 27. Tutte le cifre sono corrette rispetto ai fattori stagionali. In Italia il tasso di occupazione è diminuito dello 0,1% nel quarto trimestre del 2009, rispetto al trimestre precedente, mentre nel terzo trimestre il calo era stato dello 0,6%. Nel quarto trimestre 2009 l'occupazione in Italia, rispetto allo stesso periodo del 2008, è calata dell'1,8% Eurostat stima che nel quarto trimestre 2009 i lavoratori occupati nell'Ue erano 221,1 milioni, di cui 144,3 milioni nell'eurozona. (con fonte Afp)

Loc/Bea

© riproduzione riservata