Mercoledì 12 Maggio 2010

Mafia/ Lombardo:attacchi inquietanti,piena fiducia in magistrati

Roma, 12 mag. (Apcom) - "La Sicilia andrà avanti, malgrado attacchi ed avversari sempre più inquietanti". Così il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, ribatte all'articolo apparso oggi sul quotidiano La Repubblica, in cui si parla di una presunta richiesta di arresto firmata dal procuratore capo di Catania Vincenzo D'Agata, che poi ha ufficialmente smentito, nei confronti del governatore Lombardo per concorso esterno in associazione mafiosa. "Ho sempre avuto piena fiducia nella magistratura e nelle forze dell'ordine. Voglio una Sicilia - afferma in una nota Lombardo - che continui finalmente il percorso di sviluppo nella legalità che abbiamo intrapreso e che si tenta in tutti i modi di fermare. Le riforme che stiamo realizzando non hanno precedenti in Sicilia: nella sanità, nei rifiuti, nella gestione dell'acqua, in campo energetico e nel sistema burocratico". Poi, Lombardo ringrazio il capo della Procura di Catania, Vincenzo D'Agata, "per la limpidezza delle sue dichiarazioni che hanno evitato una gravissima strumentalizzazione che poteva compromettere la tenuta del governo e con esso un percorso storico di cambiamento, impedendo che la Procura divenisse parte in uno scontro micidiale dal quale dipende il futuro dell'isola e financo - conclude - della mia vita".

Red/Cro

© riproduzione riservata