Domenica 16 Maggio 2010

Calcio/ Il popolo nerazzurro scatenato a Milano per lo scudetto

Milano, 16 mag. (Apcom) - Paura per un'ora, alla notizia dei gol romanisti di Vucinic e De Rossi a Verona. Un primo tempo che si chiude con una scenario da incubo: la Roma campione d'Italia. Poi, al 12esimo del secondo tempo, è il solito Milito a piegare la resistenza del Siena e a regalare all'Inter il quinto scudetto consecutivo, il 18esimo della sua storia. E il popolo nerazzurro può scatenarsi nelle strade a Milano, scacciando l'ansia di una vittoria giunta sul filo di lana, più sofferta ma più bella. Piazza del Duomo adesso si è trasformata in una succursale di San Siro, in attesa dell'arrivo della squadra, prenotata in piazza per la celebrazione che durerà quasi tutta la notte. Ora è solo gioia, cortei, slogan, caroselli, sfottò per tutti e una grande speranza oggi più vicina: il grande slam. Dopo la Coppa Italia e lo scudetto, sabato a Madrid ci sarà la finale di Champions League contro il Bayern per conquistare il sogno di rimettere le mani sulla "Coppa dalle grandi orecchie", la più prestigiosa del mondo. Ma ora il popolo interista festeggia, scatenato in una Milano dove non si vede nemmeno l'ombra di un, malinconico, cugino rossonero. All'orizzonte il triplete centrato dal Barcellona l'anno scorso. Poi sarà il tempo di affrontare le spine che angustiano il presidente Moratti: il destino di Mourinho e quello di Balotelli. Ma sono preoccupazione per il futuro. Ora è tempo di festa. Per la Milano interista.

Red/Gfp

© riproduzione riservata